Basketissimo 30x30: Washington, salvate il soldato Beal

Archiviato il mercato, analizziamo, squadra per squadra, come si presenta la NBA per la prossima stagione, e come potrebbero giocare le trenta squadre
30.07.2019 17:53 di Paolo Terrasi Twitter:    Vedi letture
Basketissimo 30x30: Washington, salvate il soldato Beal

Washington Wizards - Under/over di Vittorie secondo Las Vegas: 28.5

La scorsa stagione, nella capitale, è naufragata presto: gli infortuni di Dwight Howard prima e di John Wall dopo hanno relegato i Wizards ad una stagione di grandissima magra, ad eccezione dei lampi di classe accecante, e la definitiva consacrazione, di Bradley Beal. Ora, i capitolini, dopo un draft contraddittorio gestito senza un general manager, sono alle prese con un'altra stagione di transizione. La presenza di Beal potrebbe divenire scomoda, con il numero 3 che rende la squadra più competititva di quello che dovrebbe, ed una trade che lo vede coinvolto non è per niente da escludere, considerato che non ha ancora firmato (e probabilmente non lo farà) l'estensione salariale. L'infortunio di Wall priva la squadra di Scott Brooks del numero 2 almeno fino a primavera inoltrata se non per tutta la stagione, che porterebbe il conto delle partite giocate dall'ex Kentucky a 73 in tre stagioni, il tutto sulla soglia dei 30 anni ed al primo anno di una estensione salariale da 170 milioni in 4 anni. Elementi che pesano come macigni sul libro paga di Washington, sul futuro della franchigia e sulla carriera di Optimus Dime

Il nucleo di giovani sembra tutto fuorché imprescindibile. Rui Hachimura ed Admiral Scolfield, al netto del passaporto giapponese del primo e del nome più cool della lega del secondo, appaiono lontani dall'essere giovani capaci di spostare gli equilibri futuri della squadra; Il terzo tentativo di rinascita di Isaiah Thomas (Come riserva di Ish Smith), neanche. Le scelte dei capitolini sono poche, e la mancanza di un preciso ordine dirigenziale o di un piano le rende difficilmente percorribili: girare Beal nella speranza di ottenere un ritorno di assets con cui costruire qualcosa, o aspettare e sperare nel ritorno di Wall. Fino ad allora, gli ex Bullets avranno di fronte tempi cupi, con l'assenza di giovani di grido su cui costruire un futuro ed un salary cap che impedisce manovre importanti. 

Basketissimo 30x30
Atlanta Hawks
Toronto Raptors
Sacramento Kings