James e la difesa portano Milano in paradiso: anche l’Olympiacos va ko

Nonostante un quarto da 4 punti Milano manda ko i greci: il sogno playoff si avvicina.
14.03.2019 22:23 di Ennio Terrasi Borghesan Twitter:   articolo letto 2673 volte
James e la difesa portano Milano in paradiso: anche l’Olympiacos va ko

Una notte da sogno, con la definitiva consacrazione di un giocatore speciale. Un Mike James da MVP trascina Milano al suo quattordicesimo successo stagionale, contro un Olympiacos piegato anche dalla migliore difesa stagionale dell’Olimpia. Ma molto del 66-57 finale è prodotto del nativo di Portland: premiato a inizio partita per il titolo di MVP del mese di Febbraio, l'americano produce una prova da 27 punti, di cui 18 nel secondo tempo, e trascina i biancorossi verso un obiettivo playoff che sembra sempre più vicino.

Milano riesce a imporsi al ritmo dei greci, nonostante un secondo quarto da soli 4 punti segnati: fatta eccezione per il 2-0 sul possesso iniziale la squadra di Blatt è costretta a inseguire per 40’: la sconfitta del Forum, oltre a consolidare il 6° posto milanese (aspettando il Baskonia domani) fa sì che anche i greci dovranno sudarsi la qualificazione ai playoff di Eurolega. Dietro James, brilla anche un Vlado Micov da 13 punti, mentre è da sottolineare la prova difensiva di Tarczewski e Omic sotto canestro. Per l’Olympiacos gli ultimi a mollare sono Vezenkov e Williams-Goss, mentre c’è apprensione per le condizioni di Vassilis Spanoulis, uscito per infortunio alla caviglia nel 2° quarto e più rientrato.

Il primo canestro di Milutinov è illusorio, perché Milano aggredisce bene la partita piazzando un parziale di 13-0 volando in doppia cifra di vantaggio. I greci però reagiscono con un controbreak di 8-2, costringendo Pianigiani al primo timeout. Dopo 10’ è +9 Olimpia, con l’Olympiacos tenuto a 5/17 dal campo, ma Printezis e Papanikolau guidano la rimonta ospite che arriva fino al -2 firmato da Weber, con i greci che inizialmente non patiscono l’infortunio di Spanoulis. Non segna nessuno per oltre 4’, ed è Papanikolau a spezzare l’incantesimo firmando la parità a quota 23, il punteggio su cui si chiude un surreale -per le abitudini milanesi, tenuti a 4 punti con 2/14 al tiro nel secondo quarto- primo tempo.

Milano che però rientra in campo col piglio giusto: la tripla di James vale il nuovo +5 (34-25), ma Williams-Goss prova a tenere in corsa i suoi con 5 punti consecutivi. L’Olimpia però ne ha di più, ed è condotta da un MJ strepitoso: il numero due firma 12 punti nel terzo periodo, inclusa la tripla sulla sirena del +10. L’Olympiacos accusa il colpo, e James si ripete con un irreale gioco da 3 punti che vale il +15, allargato a +16 con 6’48” sul cronometro per una nuova tripla, stavolta di Brooks. Vezenkov e Williams-Goss sono gli ultimi a mollare in casa greca, ma Micov e James riportano Milano a distanza di sicurezza: tocca alla difesa milanese poi chiudere i conti, tenendo l’Olympiacos sotto quota 60 punti.

LEGGI ANCHE LE PAGELLE DI MILANO-OLYMPIACOS

PIANIGIANI: "UN'ALTRA GRANDE NOTTE. PLAYOFF? NE SERVONO DUE". E PROLI...