La rimonta su Gran Canaria non riesce, terzo ko in fila per l’Olimpia

Pesante stop per i tricolori tra le mura amiche, gli spagnoli sono quasi sempre avanti
06.12.2018 22:39 di Fabio Cavagnera Twitter:   articolo letto 1105 volte
La rimonta su Gran Canaria non riesce, terzo ko in fila per l’Olimpia

Era una partita ‘da vincere’, anche secondo le parole della vigilia di Pianigiani, invece è arrivata la terza sconfitta consecutiva in Eurolega per l’Olimpia Milano. Questa fa male, perché arrivata contro una squadra come l’Herbalife Gran Canaria (94-86), non in lotta per un posto nei playoff. La difesa è stata il tallone d’Achille dei campioni d’Italia, che non hanno quasi mai contenuto l’attacco avversario, guidato da Eriksson e da altri tre uomini in doppia cifra, mentre i padroni di casa hanno trovato poche alternative offensive a James e Gudaitis, escludendo un bel lampo di Cinciarini, pagando la giornata no di Micov ed avendo poco dalla panchina. 

James e Brooks guidano i biancorossi ad un ottimo inizio, condito dal dominio a rimbalzo e da un vantaggio sostanzioso in avvio (16-8 al 7’), in cui la partita sembra già in discreto controllo, ma è solo un'illusione. Pianigiani decide di utilizzare la panchina, con già dieci giocatori (compreso il rientrante Della Valle) in campo nel primo quarto, ma la risposta non è positiva: escluso il solito Gudaitis, iniziano ad esserci buchi difensivi ed anche in attacco l’AX fatica, così gli ospiti tornano sotto con Tillie ed Eriksson, provando un allungo in avvio di secondo periodo (27-33 al 14’). Sale il tifo del Forum, ma i tricolori non riescono a chiudere il gap e, anzi, prendono cinque punti nell’ultimo minuto e chiudono a -8.

Il trend della partita non cambia ad inizio ripresa, con gli ospiti sempre capaci di rispondere ai tentativi milanesi, anzi arriva anche la doppia cifra di vantaggio per gli spagnoli a metà terzo periodo, quando Tillie e Oliver bucano la retina dall’arco. Il distacco diventa ancor più significativo, mentre cresce il nervosismo in casa biancorossa, con il solo Gudaitis a trovare il canestro ai liberi. Ma la tripla di James sulla sirena e la ‘garra’ di Cinciarini rianimano Milano ed infiammano i quasi 9.000 del Forum, con il -2 firmato da Kuzminskas. Come accaduto a Kaunas, però, l’AX non trova lo spunto per chiudere il gap ed arriva la terza sconfitta in fila. Questa molto più pesante delle precedenti. 

LEGGI ANCHE LE PAGELLE DI MILANO-GRAN CANARIA

PIANIGIANI: "PARTITA NON AL NOSTRO LIVELLO", LA DELUSIONE DI GUDAITIS