Pianigiani: “Partita non al nostro livello, dobbiamo essere più cinici”

Le parole dell’allenatore dell’Olimpia e del lungo lituano dopo la sconfitta contro Gran Canaria.
06.12.2018 23:12 di Ennio Terrasi Borghesan Twitter:   articolo letto 899 volte
Pianigiani: “Partita non al nostro livello, dobbiamo essere più cinici”

Non abbiamo giocato al livello che dovevamo mostrare per vincere: penso che il livello di energia e intensità oggi è stato diverso, possiamo parlare di dettagli ma i canestri segnati da loro e sbagliati da noi sotto canestro, ma alla fine la differenza era tutta nell’intensità e nell’energia”. È molto chiaro Simone Pianigiani, in sala stampa, nell’identificare le ragioni della sorprendente sconfitta contro Gran Canaria, la terza consecutiva in Eurolega: “Abbiamo perso un solo quarto, il secondo, ma è stato decisivo, nel momento in cui abbiamo cercato di allargare le rotazioni. Dovevamo avere qualcosa di più nel secondo quarto da chi entra, partita si è giocata nel giro di un paio di canestri, bisogna però stare calmi e capire che la squadra è costruita con un senso e una logica: oggi saremmo ai playoff e non me l’aspettavo”.

C’è un calendario complesso e questi momenti negativi capitano a tutti” prova a ispirare fiducia l’allenatore dell’Olimpia “dobbiamo considerare che siamo pari o avanti a squadre forti avendo avuto situazioni complesse. Vincere o perdere però devi sempre cercare di fare meglio, dobbiamo essere più cinici nel non sbagliare le scelte: a Kaunas abbiamo cercato troppi tiri fuori ritmo, oggi ci siamo innervositi su alcune chiamate arbitrali quando le 10 perse all’intervallo pesano molto di più. Quel nervosismo, che avevamo su alcuni contatti, era per il non riuscire a pareggiare l’intensità loro”.

C’è grande delusione nelle parole di Arturas Gudaitis, il migliore dell’Olimpia: “È la prima vera sconfitta pesante della stagione ed ora non ho molte parole, è stata una brutta partita”. La difesa è stata la nota negativa e decisiva: “Loro hanno un attacco da playoff, noi non li abbiamo fermati e ci hanno punito. Per questo motivo abbiamo perso”. Il lituano guarda anche avanti, dopo queste tre sconfitte in fila, che hanno un po’ annullato il grande inizio europeo dei tricolori: “Restiamo calmi e concentrati, cercando di continuare a migliorare per le prossime partite”.