Milano ritrova la difesa e di squadra piega una buona Reggio Emilia

L’Olimpia si impone alla distanza contro una combattiva Grissin Bon, agganciando al secondo posto Sassari e Brindisi pur con una partita in più.
01.12.2019 20:14 di Ennio Terrasi Borghesan Twitter:    Vedi letture
Milano ritrova la difesa e di squadra piega una buona Reggio Emilia

È una vittoria sofferta ma meritata quella dell’AX Armani Exchange Milano sulla Grissin Bon Reggio Emilia: al Forum di Assago la squadra di Messina si impone per 89-78 nonostante un quarto periodo “stregato”, dove non crolla giù grazie a una difesa decisamente ritrovata dopo la notte del Pireo. Per Milano è la vittoria del collettivo: quattro in doppia cifra, con Micov e Scola top scorer con 14 punti a testa (il serbo aggiunge 8 assist e 7 falli subiti in appena 22’), bene anche Roll, Tarczewski (11 per entrambi, il lungo aggiunge anche 11 rimbalzi), Nedovic e Brooks; in casa Reggio i migliori sono Upshaw e Poeta, in ombra Darius Johnson-Odom.

Con White e Mack fuori per turnover, Messina dà un’occasione in quintetto a Moraschini e Biligha (insieme a Rodriguez, Roll e Scola). Buono spunto in avvio di Milano con le triple di Roll e Scola, con Reggio che fatica a trovare la via del canestro. Con l’ingresso dalla panchina di Poeta gli ospiti però si scuotono e alla prima pausa l’Olimpia è sul +1 soltanto grazie a due iniziative di Brooks. La partita è abbastanza soporifera, anche per un ambiente piuttosto freddo, e pur con Milano sempre avanti l’Olimpia non riesce a staccarsi se non nell’ultimo minuto del primo tempo, ancora con Scola: al 20’ è +6 Olimpia.

Ma è Reggio Emilia a uscire meglio dagli spogliatoi: due triple di Fontecchio e Johnson-Odom permettono alla squadra di Buscaglia di mettere la testa avanti. Milano però cambia registro, e recupera prontamente con i canestri di Micov, Roll e Brooks. 8 punti consecutivi di Tarczewski poi valgono il primo vantaggio in doppia cifra del match: al 30’ il punteggio vede l’Olimpia avanti 75-62. Reggio però non si dà per vinta, e rientra sotto la doppia cifra di vantaggio, fino al -5, con Fontecchio che prima sbaglia due triple aperte per il -4. Milano in attacco è statica, sbagliando più tiri con spazio, e serve un canestro con poco equilibrio di Scola a sbloccarla: dietro però l’Olimpia regge, e Brooks mette il punto esclamativo.

LE PAGELLE DI OLIMPIA MILANO - GRISSIN BON REGGIO EMILIA

MESSINA: "NON ABBIAMO TIRATO BENE MA SIAMO STATI DETERMINATI". E BROOKS...