Playoff 2017: l’Olimpia domina gara 4 a Capo ed è in semifinale

La formazione di Repesa domina al PalaFantozzi e da giovedì prossimo affronterà Trento
 di Fabio Cavagnera Twitter:   articolo letto 1766 volte
Playoff 2017: l’Olimpia domina gara 4 a Capo ed è in semifinale

Missione compiuta. L’Olimpia Milano fa il bis in Sicilia, supera la Betaland Capo d’Orlando (77-62) anche in gara 4 e chiude i conti, ottenendo l’accesso in semifinale (da giovedì contro Trento). I campioni d’Italia dominano la partita, arrivando anche a +22, con un bellissimo gioco di squadra ed anche con una più che discreta difesa, poi si addormentano e consentono ai padroni di casa di rientrare anche a -8. Poi ci pensa ancora Macvan, come era successo in gara 3, a mettere la parola fine a partita e serie, scacciando le paure e regalando una settimana per preparare la prossima sfida.

I biancorossi partono fortissimo, andando con continuità vicino a canestro con la coppia Pascolo-Raduljica: l’azzurro è già a quota 8 dopo pochi minuti, il serbo serve assist al bacio e la doppia cifra di vantaggio si materializza presto (4-17 al 6’). Cinciarini e compagni giocano molto bene in attacco, cercando sempre il passaggio in più per trovare l’uomo più libero e lavorano con costrutto in difesa, nonostante qualche rimbalzo in attacco concesso di troppo. L’EA7 vola fino al +17 (26-43 al 17’), trovando giocate anche da Simon e McLean, poi si distrae per un paio di azioni e consente ai padroni di casa un minimo riavvicinamento, comunque tenendo sempre un’ampia doppia cifra di vantaggio.

La squadra di Repesa prosegue a macinare un bel gioco alla ripresa delle ostilità, quando arriva un nuovo parziale di 9-0, con cui i campioni d’Italia aggiornano il massimo vantaggio e salgono a +22 (34-56 al 24’). Un diverbio tra gli arbitri e Raduljica costa un tecnico al lungo serbo e scalda un po’ gli animi al PalaFantozzi: così si risvegliano i padroni di casa, soprattutto con Berzins, piazzando un parziale di 15-4 e dimezzando il ritardo, mentre Milano fa circolare con minor fluidità il pallone. La rottura prolungata biancorossa prosegue, in avvio di ultimo quarto, e Archie riporta i suoi a -8 (57-65 al 34’). E’ Macvan a sbloccare l’Olimpia, dopo cinque minuti, Cinciarini recupera due palloni ed è ancora il serbo a chiudere con l’ennesima tripla. E’ semifinale. 

LEGGI ANCHE LE PAGELLE DI GARA 4 DEI QUARTI

REPESA: "BRAVI A FINIRE LA SERIE QUA, MA SUL +22 DOVEVAMO CHIUDERLA"