Eurolega, le pagelle di AX Armani Exchange Milano-Bayern Monaco

Roll l’MVP sui due lati del campo, Rodriguez e Micov si riscattano nel secondo tempo e Nedovic è determinante. Buone prove da Gudaitis e Tarczewski.
30.01.2020 23:31 di Ennio Terrasi Borghesan Twitter:    Vedi letture
Eurolega, le pagelle di AX Armani Exchange Milano-Bayern Monaco

Le pagelle di AX Armani Exchange Milano - Bayern Monaco, 22.a giornata di Eurolega, terminata 79-78 per i biancorossi.

Della Valle ne

Micov 6.5 = è la media tra il 3 del primo tempo e il 9 della ripresa, rivista al rialzo perché di fatto i suoi 16 punti, tutti nella rimonta biancorossa, decidono la partita. È ricominciata la sua stagione?

Biligha ne

Gudaitis 6 = Monroe è un cliente difficile e prendergli le misure richiede del tempo. Lui però dimostra grande volontà, in particolare sotto canestro, dove regge in maniera determinante a rimbalzo.

Roll 8 = non tanto per la partita in attacco, dove segna tre triple fondamentali, quanto per la prova in difesa nel quarto periodo. Entusiasmante, pazzesco, un mastino vero.

Rodriguez 7 = lancia un segnale importante nella ripresa, dopo un primo tempo dove ci prova ma la mira continua a essere storta. I 10 assist, di cui sei nell’ultimo quarto, dimostrano un controllo determinante nei momenti più caldi.

Tarczewski 6.5 = la schiacciata che corona la rimonta è il poster su un ottimo momento di forma che non vede in stasera la migliore prestazione. Lotta come un leone, mostra una presenza soprattutto mentale lungo tutto l’incontro.

Nedovic 6.5 = la decide dalla lunetta e soprattutto sull’ultimo rimbalzo in attacco. I 6 falli subiti sono decisivi e determinanti e riscattano una prova non sempre impeccabile.

Crawford 5.5 = debutto molto generoso, dove firma una bella tripla e si spende tanto in difesa. Più della metà dei falli che commette, però, sono abbastanza veniali.

Burns ne

Sykes 5 = confuso, un po’ insicuro proprio a livello di costruzione. Probabilmente non era semplicemente la sua partita. Non vede il campo negli ultimi 15’.

Scola 5.5 = firma tutti i suoi dieci punti nel primo tempo, dove è l’unico a trovare con continuità la via del canestro per l’Olimpia. Nella ripresa non vede il campo se non per 2’, quelli dell’allungo ospite, dove è protagonista negativo in difesa.

MESSINA: "Pubblico decisivo, quando vinci in rimonta è sempre importante"