Attesa la decisione su Eurobasket 2021: l'Italia ed altri sei paesi sperano

La decisione sul paese ospitante della futura kermesse continentale verrà resa nota, tra Rep. Ceca, Estonia, Germania, Georgia, Ungheria, Italia e Slovenia.
14.07.2019 22:00 di Paolo Terrasi Twitter:    Vedi letture
Attesa la decisione su Eurobasket 2021: l'Italia ed altri sei paesi sperano

Sette nazioni in attesa, quattro prescelte per i gironi, una sola con l'onore di ospitare la fase finale. Il pomeriggio del 15 Luglio 2019 si muoverà il primo grande passo verso l'assegnazione dell'Europeo del 2021, il primo con la nuova formula del calendario FIBA, con cadenza quadriennale, qualificazioni di stampo mondiale e le controverse finestre. Come per l'edizione del 2015 e del 2017, sarà un torneo "itinerante": dopo le fasi finali di Lille ed Istanbul, le candidate sono Praga, Tallinn, Colonia+Berlino, Tblisi, Budapest, Milano e Ljubjana, host nel 2013 e capitale dei campioni in carica della Slovenia, guidati da Doncic  e Dragic. Per l'Italia sarebbe l'occasione di tornare ad ospitare un grande torneo cestistico, il primo in tantissimi anni (ad eccezione del preolimpico 2016): sarebbe, in particolare, il primo Europeo dal 1991.

La Kermesse coinciderebbe con il centenario della FIP: l'intenzione della leggenda Dino Meneghin è quella di celebrare al meglio il compleanno. "E' un passo fondamentale per il nostro sport" ha dichiarato la leggenda della nazionale ed ex presidente della Federazione, "ospitare un girone durante Eurobasket 2021 porterebbe maggiore prestigio e forza al nostro movimento. Quando abbiamo preparato la nostra candidatura, abbiamo messo insieme numeri, obiettivi raggiunti, e proposte. Ciò che è stato difficile per noi è presentare la passione che è sempre stata scolpita in tutti i componenti del basket italiano: dai veterani del minibasket come me, passando per atleti, dirigenti, arbitri, allenatori. Una passione incredibile, che è motore per la crescita ed il miglioramento del nostro basket". 

La competizione sarà abbastanza tosta: Germania e Slovenia hanno da loro le esperienze del 2015 e 2013, l'Ungheria porta la ritrovata freschezza e lo slancio che ha portato i magiari a disputare la scorsa competizione dopo 18 anni di assenza, la Repubblica Ceca manca dagli anni 80, Estonia e Georgia vogliono debuttare alla grande.