L'Europa che verrà, parte 4: dopo Reyer e Dinamo, chi alza l'Europe Cup?

La seconda competizione Europea Fiba si prepara al partire, senza Italiane: chi raccoglierà l'eredità di Venezia e Sassari?
25.07.2019 21:00 di Paolo Terrasi Twitter:    Vedi letture
L'Europa che verrà, parte 4: dopo Reyer e Dinamo, chi alza l'Europe Cup?

La FIBA Europe Cup, negli ultimi due anni, è stata appannaggio esclusivo delle italiane: la finale Venezia-Avellino nel 2018, con il trionfo dei granata, e la vittoria di Sassari quest'anno. L'edizione 2019-2020, tuttavia, non vedrà nessuna squadra tricolore al via ad inseguire l'eredità di veneti e sardi. Già qualificate ai gironi abbiamo 2 squadre belghe, 2 ungheresi, ed una compagine a testa da Bulgaria, Cipro, Germania, Israele, Olanda, Romania, Russia e Turchia. A Spirou, Ironi Nes Ziona, Phoenix Brussels, Landstede, Egis Körmend,  Sibiu, Pécs Veolia, Enise, Levski Lukoil, Bahçeşehir Koleji, APOEL, medi Bayreuth, sicuramente non si aggiungeranno Karhu, Lietkabelis, Polski Cukier Toruń e San Pablo Burgos, che hanno rinunciato alla possibilità di partecipare alla Coppa in caso di eliminazione dalla FIBA Champions League. 14 posti sono riservati ai "Lucky Losers" dei preliminari di Champions, ed in caso di rifiuto di queste squadre, si pescherà secondo l'ordine di un girone disputato dalle squadre eliminate dai turni eliminatori della Europe Cup. 

Questi turni, che avranno luogo i primi di Ottobre (andata il 2, ritorno il 9), vedranno partecipare: 
Tartu Ülikool vs Kataja 
Beroe vs ZZ Leiden
Borisfen vs Dnipro
Kfum Borås vs Pınar Karşıyaka
Rahoveci vs U-BT Cluj-Napoca