Gli azzurri si fanno largo in NBA: il bilancio a metà stagione

In questa stagione, in NBA, ci sono tre italiani e si stanno ben destreggiando nella lega. Il migliore tra i tre è, sicuramente, Danilo Gallinari.
23.01.2020 15:00 di Alessandro Nobile   Vedi letture
Gli azzurri si fanno largo in NBA: il bilancio a metà stagione

Stiamo ammirando tre italiani in NBA, in questa stagione, e tutti stanno cercando di dare il loro contributo alle rispettive franchigie. Il migliore, per numeri e rendimento, è sicuramente Danilo Gallinari, poi c'è Marco Belinelli che si sta rivelando importante per la sua squadra e un Nicolò Melli che non sta trovando spazio regolarmente ma che quando viene chiamato in causa risponde, sempre, presente.

Danilo Gallinari, giocatore degli Oklahoma City Thunder, in questa stagione è uno dei giocatori simbolo all'interno della sua franchigia. L'azzurro, insieme, a Gilgeous-Alexander sono le due sorprese, dato che è la prima stagione che Gallinari gioca in una squadra senza un vero e leader e dove può esprimersi al meglio. I numeri, ovviamente, sono dalla sua parte e fino a oggi sta viaggiando a una media di 19.2 punti, 5.8 rimbalzi e 2.2 assist a partita. Ancora non si può capire quale potrà essere l'epilogo stagionale per i Thunder, ma sicuramente il giocatore italiano potrebbe aiutarli a raggiungere qualcosa di importante.

Marco Belinelli, giocatore dei San Antonio Spurs, in questa stagione sta cercando di essere importante per la sua franchigia nei momenti in cui viene chiamato in causa. In questi primi sei mesi di stagione, infatti, il numero 18 degli Spurs sta viaggiando con una media di 5.6 punti, 1.8 rimbalzi e 1.3 assist a partita. Bisogna ricordare, soprattutto, che il giocatore emiliano nelle ultime settimane è stato decisivo in alcune vittorie degli Spurs, con canestri da tre punti importanti, in momenti dove era necessario chiudere le partite.

Nicolò Melli, arrivato in NBA in questa stagione, ha avuto un impatto importante con i suoi New Orleans Pelicans, soprattutto nelle prime apparizioni nel mese di ottobre. Il giocatore ex Fenerbahce e Olimpia Milano, non sta trovando spazio regolarmente nelle gerarchie della franchigia, ma ogni volta che viene mandato sul parquet riesce a dare il suo contributo, effettuando buone cose. In questa stagione sta viaggiando a una media di 5.8 punti, 2.4 rimbalzi e 1 assist a partita.