Serie A: Milano chiude con Trieste, aspettando la rivale dei quarti

Ultimo impegno della stagione regolare al Forum di Assago, da sabato via ai playoff
12.05.2019 11:01 di Fabio Cavagnera Twitter:    Vedi letture
© foto di Alessia Doniselli
Serie A: Milano chiude con Trieste, aspettando la rivale dei quarti

Ultimo turno di stagione regolare, a cui l’Olimpia Milano si presenta senza particolari pensieri. I biancorossi sono già matematicamente primi in classifica e, dunque, la sfida di questa sera contro l’Alma Trieste (ore 20.45, diretta Eurosport Player) si presenta solamente come una tappa di avvicinamento verso i playoff. Tutto l’opposto, invece, per la squadra di Dalmasson: è la partita decisiva per entrare nella post-season, sebbene Dragic e compagni potrebbero essere tra le prime otto comunque, anche in caso di sconfitta, con risultati favorevoli dagli altri campi. 

In casa AX è atteso molto spazio a chi ha giocato di meno e minuti per tutti, visto anche il lavoro fatto in settimana per arrivare nel miglior modo possibile al via della corsa tricolore, previsto per sabato prossimo al Forum. Fuori Nedovic e James, alle prese con il recupero dai rispettivi problemi fisici, non ci sono scelte di turnover da fare per Pianigiani, con gli altri sei stranieri che saranno a disposizione assieme ai cinque italiani ed al ragazzo delle giovanili. L’attesa sarà più per vedere cosa accadrà dagli altri campi, per capire chi sarà la rivale nei quarti di finale dei biancorossi. 

I giuliani, annunciati senza defezioni e con un nutrito numero di tifosi al seguito, vogliono coronare una grande stagione, con l’accesso ai playoff. Una vittoria sarebbe la garanzia e, dunque, c’è la massima concentrazione per questa partita, nonostante le ultime due sconfitte abbiano un po’ tolto quell’esaltazione collettiva per quella serie di grandissime prove post Coppa Italia. Si prospetta una gara ad alto punteggio, tra i due migliori attacchi della Serie A, con l’ex Zoran Dragic (13.3 punti di media) leader tra gli ospiti, ma anche tante altre armi offensive, come Peric, Sanders o Fernandez.