Final Eight 2019: le pagelle di Vanoli Cremona-Happy Casa Brindisi

Saunders viene nominato MVP, troppi giocatori sottotono per coach Vitucci
17.02.2019 20:21 di Fabio Cavagnera Twitter:    Vedi letture
Final Eight 2019: le pagelle di Vanoli Cremona-Happy Casa Brindisi

Le pagelle di Vanoli Cremona-Happy Casa Brindisi, finale di Coppa Italia 2019, vinta per 83-74 dai lombardi:

VANOLI CREMONA (a cura di Ennio Terrasi Borghesan)

Saunders 7.5 - Non parte benissimo ma esce fuori alla distanza, chiudendo una Final Eight molto positiva con una finale da 17 punti.

Gazzotti ne

Diener 6.5 - Non ripete gli exploit delle partite precedenti, ma firma un paio di canestri importanti per indirizzare l’inerzia del match.

Ricci 6 - Assente fino alla fine del terzo quarto, quando ispira il parziale dell’allungo decisivo.

Ruzzier 7.5 - Tre triple dal peso specifico smisurato, chiude i giochi con il gioco da 3 punti del +12 a 2’ dalla fine.

Mathiang 6 - Anche lui meno incisivo rispetto ai turni precedenti, soffre inizialmente l’abbinamento con Brown, ma riesce a portare il suo contributo.

Crawford 7.5 - Indirizza da subito la partita con uno strepitoso primo quarto, nel corso della finale si rivela un rebus di difficilissima soluzione per Brindisi. E viene nominato MVP.

Aldridge 6.5 - Non ripete il grande impatto del precedente in campionato, ma porta il suo contributo, specialmente con la tripla della staffa.

Stojanovic 6 - Un po’ incolore, al termine di una Final Eight interlocutoria: potrebbe essere l’uomo in più per il rush playoff.

HAPPY CASA BRINDISI

Banks 5.5 - Cresce nella ripresa, ma non riesce mai a far scattare la scintilla, come accaduto nelle partite precedenti di questa competizione. Va in difficoltà in difesa.

Brown 7 - Se Brindisi riesce a non crollare, il merito è principalmente suo e della sua energia, anche se nel secondo tempo fa più fatica.  

Rush 4 - Quattordici minuti senza riuscire a farsi segnalare sui due lati del campo.

Gaffney 6.5 - Primo tempo negativo, ma dagli ultimi secondi della prima frazione diventa un fattore, provando a tenere in partita Brindisi nella ripresa.

Zanelli sv - Sei minuti senza nulla da segnalare. 

Moraschini 5 - Parte forte in attacco, con i primi due canestri, ma la sua finale finisce praticamente lì, non trovando più le soluzioni offensive e faticando dietro. 

Walker 5 - Non riesce ad accendersi, chiude con un pessimo 4/13 dal campo. E manca terribilmente alla formazione di Vitucci.

Wojciechowski sv - Solo quattro minuti, con due rimbalzi. 

Chappell 4.5 - Il grande protagonista della semifinale ‘tradisce’, non riuscendo mai a trovare il feeling con il canestro e con la partita. 

IL RE DI COPPA SACCHETTI: "VINCERE CON CREMONA HA UN SAPORE SPECIALE"