Il tris di Sacchetti: “Vincere con Cremona ha un sapore speciale”

La grande soddisfazione di coach e giocatori della Vanoli, dopo il trionfo di Firenze
17.02.2019 20:51 di Fabio Cavagnera Twitter:    Vedi letture
Il tris di Sacchetti: “Vincere con Cremona ha un sapore speciale”

Il grande protagonista del trionfo della Vanoli Cremona in Coppa Italia è sicuramente Meo Sacchetti. Il ct della Nazionale arriva al terzo successo della sua carriera in questa competizione, dopo i due conquistati con Sassari. Uno specialista delle Final Eight: “La terza è bella, anche perché è passato un po’ di tempo dalle altre due, ma vincere con Cremona, una ‘underdog’, ha un sapore particolare, anche se la prima resta sempre più speciale”. E’ invece la prima volta per la società lombarda: “Appenderemo qualcosa al soffitto - prosegue - Una vittoria meritata, contro una signora squadra”.

Tanti i complimenti arrivati da parte dei giocatori per il coach, a partire dall’MVP della manifestazione Andrew Crawford: “Meo è un allenatore speciale, crede molto in noi ed è facile giocare per lui - le sue parole - Così tutti credono di più in se stessi e si compiono queste imprese”. Ma anche da parte di Michele Ruzzier, autore di 12 punti e di tre triple importantissime: “Ci ha detto di giocare con il sorriso e di divertirci, così abbiamo tirato fuori una gran partita. Non ce l’aspettavamo”. E Sacchetti parla del suo stile: “Io voglio che i miei giocatori siano molto con la testa libera, ma con il fuoco libero. Anche se sembra un po’ una contraddizione”. 

Se per la Vanoli è la prima Coppa Italia, Travis Diener ha vinto per la seconda volta la competizione, dopo quella da MVP del 2014 in maglia Sassari. Ed i compagni di squadra, appena finita la partita, l’hanno circondato ed hanno intonato il coro “MVP, MVP”, così come il miglior giocatore della manifestazione l’ha trascinato sul podio, quando ha ricevuto il premio. “E’ merito di tutta la squadra, questo il segreto della vittoria, siamo tutti degli MVP - ha detto - E’ una grande vittoria per tutti, sono stati tre giorni straordinari e splendidi”. Entrati nella storia della Vanoli e del basket italiano. 

LEGGI ANCHE LA CRONACA E LE PAGELLE DELLA FINALE