Pianigiani: “Sono contento, vinto con il desiderio. E sul mercato…”

Il coach biancorosso e Tarczewski hanno commentato il successo in volata su Cremona
25.11.2018 20:12 di Fabio Cavagnera Twitter:    Vedi letture
Pianigiani: “Sono contento, vinto con il desiderio. E sul mercato…”

Sono molto contento, non tanto per il risultato, ma è la quinta partita in nove giorni ed oggi non stavamo in piedi, credo l’abbia visto anche chi era al Teatro della Luna”, le parole di Simone Pianigiani, dopo il successo in volata su Cremona. “Cremona è partita e noi siamo rimasti fermi, quando poi devi recuperare questo e sbagli dei tiri aperti c’è il rischio di innervosirsi, invece siamo rimasti attaccati con la difesa e con il desiderio di non lasciare questa partita, vincendo il secondo e terzo quarto. L’atteggiamento globale mi fa essere molto contento per loro e di loro”.

Il coach biancorosso parla anche di Kuzminskas: “Ci sta provando. Non abbiamo una squadra di 16 o 17 giocatori e chiunque deve dare il contributo e, quando vive un momento difficile, dobbiamo aspettare che si sblocchi, così come dobbiamo fare con Jerrells che sta inseguendo la condizione da tutta la preseason”. Lo stesso capiterà con Fontecchio, oggi in difficoltà: “Un primo quarto in cui ha perso due palloni, ma era la squadra a non essere connessa, poi la partita è andata in un’altra direzione. Avrà i suoi momenti nelle prossime partite, perché ne abbiamo un bisogno tremendo in campionato”. Il mercato è sempre un tema caldo ed il coach ribadisce la volontà di non fare nulla: “Credo abbia parlato il presidente in maniera chiara. Il segnale è anche questo. Non siamo la squadra che gioca per vincere l’Eurolega o fare le Final Four, c’è un progetto di crescita ed affrontiamo i momenti difficili, senza perdere di vista quello che ci siamo detti sin dall’estate. Lo stiamo facendo, andiamo avanti così. Certo, se succede un’altra cosa ancora, il club monitora sempre”. 

Sugli infortunati: “Amedeo non può ancora toccare la palla, quando faranno un nuovo esame, vedremo se con un tutore può tirare e poi vediamo. Per Nedovic la cosa è più lunga, poi le tappe saranno fine terapia, lavoro col preparatore, individuale con gli assistenti e con la squadra. Speriamo di averlo nel periodo natalizio”. Due parole anche di Kaleb Tarczewski, MVP di serata: “E’ stata una partita combattuta. Cremona è partita molto bene in stagione ed anche in questa gara, giocano ‘run and gun’. Dopo un brutto primo tempo, siamo cresciuti molto in difesa ed abbiamo vinto”. E l’AX è rimasta sola al primo posto? “E’ importante, ma il campionato è ancora molto lungo”.

LEGGI ANCHE LA CRONACA E LE PAGELLE DI MILANO-CREMONA