Brindisi, Venezia, Varese: voci e ipotesi legate al Coronavirus

La rassegna stampa di mercoledì 1 aprile 2020.
01.04.2020 12:30 di Alessandro Nobile   Vedi letture
Brindisi, Venezia, Varese: voci e ipotesi legate al Coronavirus

Fernando Marino, presidente dell'Happy Casa Brindisi, in un'intervista concessa alla Gazzetta di Brindisi ha voluto parlare del momento in cui sono le varie squadre della nostra Serie A, con il campionato in stallo: "Nelle varie riunioni di lega abbiamo fissato una deadline, che sarà il 14 maggio. Dobbiamo avere speranza, ma non ci resta che attendere quello che succederà. Dobbiamo pensare alla salute di tutti, dai giocatori ai tifosi, è alla base di ogni nostra scelta. Futuro di Brindisi? La pallacanestro nella nostra città potrebbe avere un futuro, solo, con un nuovo palazzetto. Dovremo creare un centro polifunzionale, in grado di raccogliere tutto, altrimenti le cose straordinarie che abbiamo fatto rimarranno un ricordo per i nostri tifosi".

Federico Casarin, presidente della Umana Reyer Venezia, ha parlato a Tuttosport dei temi caldi in questo momento, dal Coronavirus ai danni per la sua Reyer Venezia se dovesse essere annullata la stagione: "Saranno sicuramente danni importanti, se la stagione venisse annullata. I calcoli, però, potremo farli soltanto al termine dell'esercizio, che sarà il 30 giugno. - Sul Coronavirus dice - Sono molto fiducioso dopo i dati emersi negli ultimi giorni, ogni cittadino deve continuare, però, a fare la sua parte per sconfiggere questo nemico. Ci sarà sicuramente una crisi importante, saremo tutti nella stessa situazione. Il Governo dovrà prestare attenzione a ogni settore industriale del nostro paese, compreso quello legato allo sport. - Ha concluso dicendo - Sicuramente la proposta di Luca Baraldi verrà ascoltata, al momento siamo tutti allineati alle decisioni che vuole prendere Umberto Gandini. Nelle prossime settimane, però, dobbiamo attenerci a ciò che diranno i vari organi competenti, dal Coni alla FIP".

Secondo le indiscrezioni riportate da La Prealpina, i tesserati dell'Openjobmetis Varese sono pronti a riaprire un discorso sul taglio degli stipendi della stagione che si è fermata un mese fa, che potrebbe addirittura non essere portata a termine.