E' l'ora delle F8: tutti a caccia della Coppa Italia... e arriva Pozzecco

E' stata presentata la manifestazione del prossimo weekend a Firenze
11.02.2019 15:57 di Fabio Cavagnera Twitter:    Vedi letture
E' l'ora delle F8: tutti a caccia della Coppa Italia... e arriva Pozzecco

E’ la settimana delle Final Eight di Coppa Italia, la più attesa dagli appassionati del basket italiano. Firenze è stata confermata come sede, dopo il successo di un anno fa: “Spero ci si possa ripetere – le parole di Egidio Bianchi, presidente della Legabasket – anche il grande spettacolo sul parquet”. Non mancheranno alcune novità, come le finali della Next Gen Cup (“Sarà un grande spettacolo per far crescere i nostri giovani ragazzi”) ed il ritorno di una Fan Zone al Mandela Forum: “Lo scorso anno mancava – dice Marco Aloi – Gli appassionati stanno rispondendo in maniera molto importante”.

Ovviamente, però, l’attenzione sarà principalmente sul campo e sulla caccia ad una coppa che, molto spesso, ha regalato delle sorprese. “Per vincere devi avere buoni giocatori – le parole di Meo Sacchetti, vincitore due volte con Sassari ed ora a Cremona – Poi devono essere giocatori che, in quelle partite, tirano fuori qualcosa dal normale”. La favorita è Milano, dominatrice sinora del campionato. Ma nulla è scontato e lo sa bene Simone Pianigiani, dopo il crollo di un anno fa: “E’ una competizione che va vissuta tutta d’un fiato. E’ uno shock di adrenalina dentro la stagione”. I lombardi se la vedranno con Bologna, in un ennesimo capitolo del derby d’Italia: “Giocheremo contro i più forti – le parole di Stefano Sacripantima alla fine vincerà chi farà più canestri”.

Proverà a superare il tabù dei quarti Venezia, sinora sempre eliminata alla prima partita. “Facciamo affidamento alla legge dei grandi numeri, prima o poi passeremo il turno”, dice Walter De Raffaele. Non ci saranno tre delle quattro semifinaliste della scorsa annata, comprese le finaliste Torino e Brescia, ma fa il suo ritorno una società storica come Varese: “Era da sei anni che non partecipavamo – le parole di Attilio Cajavogliamo godercela nel miglior modo possibile”. Il derby del Sud Avellino-Brindisi sarà molto caldo: “E’ un’occasione speciale” dice Nenad Vucinic, mentre per Frank Vituccici sarà da divertirsi. Orgogliosi di esserci”. Chi non ci sarà, invece, è Vincenzo Esposito, visto che il coach di Sassari si è dimesso e non era presente. La società sarda ha accettato "a malincuore" l'addio, al suo posto Gianmarco Pozzecco.