Eurolega: le pagelle di Olympiacos Pireo-AX Armani Exchange Milano

Tarczewski non basta ai biancorossi, ampiamente sottotono Theodore
 di Fabio Cavagnera Twitter:   articolo letto 1496 volte
Eurolega: le pagelle di Olympiacos Pireo-AX Armani Exchange Milano

Le pagelle di Olympiacos Pireo-AX Armani Exchange Milano, 16.a giornata di Eurolega, vinta per 87-80 dai greci:

Goudelock 5 - Chiude con 20 punti, ma la maggior parte li segna a partita già ampiamente andata, dopo tre quarti di grandi difficoltà. Speriamo solo che il 3 su 4 finale dall’arco l’abbia sbloccato, perché a Milano serve il vero ‘Mini Mamba’. 

Micov 5.5 - Uno dei pochi che ci prova, soprattutto all’inizio, pur con qualche errore di troppo. Poi trova qualche canestro. 

Pascolo ne

Kalnietis 5 - Tredici minuti con pochissimo da segnalare, anche se è in campo nel buon finale milanese.

Tarczewski 6.5 - Il suo contributo non manca (quasi) mai, nemmeno in una serata difficile di squadra, con un buon lavoro offensivo ed a rimbalzo. Anche in difesa ci prova, pur con qualche sofferenza.

Kuzminskas 6 - Esordio già nel primo quarto, tanti minuti con lampi di classe e alcuni momenti in cui è ovviamente in difficoltà. Non è certo oggi che si può giudicare il suo impatto.

Cinciarini 5.5 - Non trova un grande impatto nel primo tempo, è lui (tanto per cambiare) a dare un po’ di carica nel quarto periodo. 

Cusin 4.5 - Sicuramente ci prova, ma fa tantissima fatica a questi livelli e subisce gli avversari. 

Abass sv - Messo su Spanoulis nell’unico minuto e mezzo in cui è in campo. 

M’Baye 4 - Deciso passo indietro del francese. Non riesce ad incidere in attacco e soffre in difesa nei 10 minuti sul parquet. 

Theodore 4 - Prova decisamente negativa del playmaker: non trova mai una sua giocata, se non con una penetrazione in avvio di ripresa, e fatica anche dietro.

Jerrells 6 - Senza dubbio il migliore nel primo tempo, l’unico esterno a fare canestro, con anche qualche buon assist. Non si ripete nella ripresa. 

PIANIGIANI: "NON E' STATA UNA BUONA PARTITA, NON CI ABBIAMO CREDUTO"