Pianigiani: “Non possiamo giocare così soft per avere delle chance"

Il tecnico biancorosso è arrabbiato nel commentare il ko in casa del Cska
08.03.2019 20:39 di Fabio Cavagnera Twitter:    Vedi letture
Pianigiani: “Non possiamo giocare così soft per avere delle chance"

I numeri sono davvero chiari stasera. Abbiamo provato a giocarcela, ma i numeri a rimbalzo e nei punti segnati da loro su seconda occasione ci hanno ucciso”, così Simone Pianigiani commenta la sconfitta sul campo del Cska Mosca. Il tecnico biancorosso è arrabbiato per quanto accaduto stasera: “Hanno preso più rimbalzi in attacco, rispetto ai nostri difensivi. Sapevamo che potevano darci dei problemi vicino a canestro, ma questo gap è inaccettabile - ha proseguito - Noi abbiamo un obiettivo diverso dal Cska, ma questo è il livello e noi vogliamo crescere per il futuro”

L’analisi della partita verte sempre su questa questione: “L’attacco non è stato un problema, pur con qualche errore, perché abbiamo segnato 96 punti. Ma non siamo stati abbastanza svegli per resistere dietro, lottare ed anche commettere qualche fallo in più. Hunter è stato il miglior marcatore ed ha segnato solamente un libero, potevamo mandarlo più in lunetta. Lo stesso è accaduto all’inizio del quarto periodo, quando gli abbiamo lasciato canestri facili anziché fare dei falli. Magari avremmo perso lo stesso, ma dovevamo essere più aggressivi, duri e, in alcuni momenti, siamo stati soft”. 

Si pensa anche alla volata finale: “Dobbiamo smettere di sentire i complimenti perché siamo in corsa per i playoff dopo tanti anni, perché abbiamo superato tanti infortuni e perché ce la siamo giocata contro tutti. Ora la vera situazione è non pensare ai complimenti, ma lottare, perché giochiamo contro le più forti, come il Cska. Ci serve giocare non così soft come oggi, dobbiamo sporcare i palloni, tuffarci, se vogliamo avere delle possibilità”. A partire dalla gara di giovedì prossimo con l’Olympiacos: “Una squadra con una stazza fisica ancora più importante rispetto al Cska. Dobbiamo avere la voglia di coprire questo gap con il desiderio, con un extra sforzo, altrimenti non avremo nessuna chance”.

LEGGI ANCHE LA CRONACA E LE PAGELLE DI CSKA-MILANO