Pianigiani: “Una vittoria meritata, vedo una squadra che migliora”

Le parole del coach di Milano dopo la vittoria con Cantù
 di Ennio Terrasi Borghesan Twitter:   articolo letto 1145 volte
Pianigiani: “Una vittoria meritata, vedo una squadra che migliora”

È un Simone Pianigiani sollevato quello che si presenta in sala stampa dopo la vittoria dell’Olimpia contro Cantù, con la mente già rivolta al doppio turno di Eurolega con Baskonia e Malaga: “È stata una partita giocata dopo essere tornati sabato da Atene” - dice l’allenatore di Milano - “in condizioni quindi non ottimali, siamo stati bravi a segnare i tiri apertissimi che ci siamo costruiti molto bene, come a Torino dove però non li avevamo messi”.

Quando giochi a ritmi così serrati le partite tendono a essere impronosticabili, ma i ragazzi oggi hanno dimostrato di esserci mentalmente soprattutto in difesa, tenendo Cantù sotto la media delle ultime 5 partite” - continua Pianigiani, commentando la buona prova odierna dei biancorossi - “L’unica cosa che dobbiamo correggere sono quei cali di concentrazione come a fine 3° quarto, quando sopra di 16 con un fallo da spendere abbiamo concesso la tripla del -13 a Thomas. Questi sono errori che dobbiamo evitare, perché anche da questi nasce quell’ansia da prestazione che in altre occasioni ci ha penalizzato”.

Pianigiani ha già la testa rivolta all’Eurolega, con l’impegnativo doppio turno contro Baskonia e Malaga: “I baschi sono una delle squadre migliori attualmente in Europa, insieme a CSKA e Panathinaikos sono in fiducia e giocano molto bene” - continua - “Dobbiamo costruire e saper finalizzare su questo atteggiamento positivo: in Eurolega prendiamo i complimenti da tutti però ci mancano delle vittorie, e questo è frustrante per noi. Dobbiamo continuare su questa strada, io vedo una squadra che sta migliorando, dove tutti si aiutano e cercano di mettersi in ritmo: la gente quando vede una squadra che si sbatte la sostiene”.

Il grande protagonista della partita è stato Andrew Goudelock. E’ tornato in campionato, dopo il rientro  europeo di venerdì ad Oaka, ed è stato subito decisivo, con i suoi 23 punti: “Sono contento di essere tornato in campo, innanzitutto - le parole dell’americano - Sto ritrovando il mio ritmo, ho segnato i miei canestri, ma l’importante è siano serviti per conquistare la vittoria”. Quel successo che era arrivato solo una volta, nelle ultime sette partite giocate dai biancorossi: “Sapevamo che era un derby, una partita molto sentita ed era importante vincere per la società e per i nostri tifosi”.

LEGGI ANCHE LA CRONACA E LE PAGELLE DI MILANO-CANTU'