Cadono Barcellona e Fenerbahce, ok il Panathinaikos sul Bayern

ASVEL e Valencia sorprendono le due big (dominio dei francesi), mentre i greci regolano i tedeschi all'OAKA grazie all'ex Olimpia Nedovic
27.11.2020 22:50 di Paolo Terrasi Twitter:    Vedi letture
Cadono Barcellona e Fenerbahce, ok il Panathinaikos sul Bayern

Il Valencia Basket ha continuato a risalire la classifica con una vittoria in rimonta in casa del Fenerbahce, 86-90. Il Valencia ha ora un record di 7-3, buono per almeno il quarto posto, mentre il Fenerbahce è sceso sul 4-7 con la sua quarta sconfitta consecutiva. Il Valencia ha cancellato un vantaggio di 43-33 nel primo tempo con un inizio di 0-10 nel terzo quarto, e poi ha seguito le sue guardie nel quarto quarto fino alla vittoria finale. Sam Van Rossom ha segnato 8 dei suoi 20 punti negli ultimi 90 secondi per guidare il Valencia nel punteggio. Klemen Prepelic ha totalizzato 13 punti nell'ultimo quarto, mentre Derrick Williams ne ha aggiunti 13 e Bojan Dubljevic 11 per i vincitori. Dyshawn Pierre ha guidato i sei marcatori a doppia cifra del Fenerbahce con 18 punti. Ali Muhammed ha seguito con 16, Lorenzo Brown con 15, Danilo Barthel con 14, Jarell Eddie con 11 e Jan Vesely con 10. La difesa del Valencia ha tenuto il Fenerbahce al 7 su 19 da due punti dopo l'intervallo, o 36,8%. 

Cade anche il Barcellona, sconfitto in Francia dall'ASVEL Villeurbanne 80-68. I padroni di casa hanno gestito i catalani, portandosi in vantaggio nel primo quarto e senza più voltarsi indietro. I padroni di casa ottengono la seconda vittoria stagionale (sei sconfitte) grazie a David Lighty, autore di 17 punti, ma la protagonista è la mira dei transalpini, capaci di tirare con il 63% da tre punti, a differenza del 2/8 degli ospiti. Il Barça incappa nella nella seconda sconfitta stagionale (tenendo tuttavia il primo posto) nonostante i 14 di Nikola Mirotic. 

Copione simile ad Atene, con il Panathinaikos che regola il Bayern 83-76. Nella terza vittoria stagionale degli ellenici brilla Nemanja Nedovic con 17 punti, mentre il Bayern fallisce la possibilità di tenere il passo del CSKA, nonostante i 20 punti di Vladimir Lucic.