Eurolega: l'Olympiacos beffa il Barcellona, vincono Efes e Zenit

Serata di Eurolega, oggi, con tre partite che sono tre recuperi derivanti dai problemi causati dal Covid-19. Vittorie per.
08.12.2020 22:50 di Alessandro Nobile   Vedi letture
Eurolega: l'Olympiacos beffa il Barcellona, vincono Efes e Zenit
© foto di Twitter

Anadolu Efes-ASVEL 72-68. Vittoria casalinga per l'Anadolu Efes, con il punteggio di 72-68, contro l'ASVEL Lyon Villeurbanne. Nel primoq uarto la squadra francese è partita molto forte, soprattutto con il tiro da tre punti come le capita spesso ultimamente. Dopo i primi 10' gli ospiti erano avanti per 19-13. Nel secondo quarto, però, è iniziata la vera gara dei turchi, che sono riusciti a superare la forte difesa messa in campo dall'ASVEL, con il parziale di 20-8. All'intervallo lungo, la squadra di Ataman conduceva per 33-27. Nel terzo quarto la partita è tornata a essere equilibrata, con i francesi che hanno accorciato nel punteggio grazie a un mini parziale di 17-15 che ha permesso loro di togliere due punti dal gap. Nell'ultimo quarto, dopo la rimonta francese fino al -2, la squadra di casa è riuscita a tornare pericolosa in attacco e portare a casa il risultato. 
Anadolu Efes: Micic 22, Larkin 18, Dunston 13, Anderson 6
ASVEL: Lighty e Howard 14, Noua 11, Yabusele e Diot 8

Barcellona-Olympiacos 88-96. Sconfitta inattesa, tra le mura amiche, per il Barcellona contro l'Olympiacos, con il punteggio finale di 88-96. Sin dalle prime battute di gara la squadra turca è riuscita a mettersi avanti nel punteggio, limitando al massimo la forza offensiva dei catalani. Dopo il primo quarto i ragazzi di Barzokas conducevano nel punteggio, per 26-17. Nel secondo quarto, poi, c'è stata una timida reazione del Barcellona, con il parziale di 30-25, che è riuscita a tornare a -4 all'intervallo lungo. Nel terzo quarto i greci sono usciti meglio dagli spoglietoi, allungando nuovamente, e si sono issati all'utlimo quarto avanti nuovamente di 9 lunghezze. Nell'ultimo quarto c'è stata, invece, una grande rimonta del Barça, fino al 77-77, ma da quel momento qualche pasticcio di troppo, soprattutto in termini di falli, hanno punito la squadra spagnola. Con freddezza, negli ultimi istanti, ai liberi della coppia Vezenkov-Sloukas e le triple di McKissic hanno consegnato la vittoria all'Oly.
Barcellona: Mirotic 16, Davies 15, Hanga 10, Calathes 9
Olympiacos: Martin 17, McKissic 16, Sloukas 15, Papanikolaou 11

Valencia-Zenit San Pietroburgo 72-85. Altra vittoria esterna di giornata, quella dello Zenit San Pietroburgo sul Valencia con il punteggio di 72-85. Nel primo quarto la squadra russa ha approcciato meglio la partita, portandosi subito avanti 16-12 grazie a un ottimo Gudaitis. Nel secondo quarto, però, la difesa del Valencia ha alzato il ritmo mandando, spesso, fuori giro l'attacco avversario e la squadra spagnola è riuscita a recuperare lo svantaggio, col parziale di 27-17, e a portarsi avanti prima dell'intervallo lungo. Nel terzo quarto, però, c'è stato il contro-parziale dello Zenit San Pietroburgo, 32-21, che ha ribaltato nuovamente la gara prima degli ultimi 10'. Nel parziale decisivo ha vinto il tanto nervosismo, soprattutto tra i padroni di casa che si sono fatti sfuggire la gara di mano.
Valencia: Dubljevic 18, Vives 10, Van Rossom 9, Kalinic 8
Zenit: Hollins 20, Poythress, Thomas e Pangos 12