Eurolega, perdite pesanti per i club? E dalla Serbia...

La sospensione dell'Eurolega potrebbe danneggiare, economicamente, molti club in vista della prossima stagione. Maljkovic difende il Partizan.
27.05.2020 16:00 di Alessandro Nobile   Vedi letture
Eurolega, perdite pesanti per i club? E dalla Serbia...

La sospensione della stagione europea, in particolare dell'Eurolega, potrebbe danneggiare economicamente molte squadre che partecipano alla massima competizione. Secondo le indiscrezioni riportate da Encestando, infatti, pare che ci potrebbe essere una perdita di 30 milioni di euro complessivi per circa 18 club. Negli accordi pre-stagionali la competizione avrebbe portato 65 milioni di euro che erano suddivisi tra i diritti tv, i vari sponsor e dal canone pagato da Colonia, paese ospitante. Il sito spagnolo, poi, fa sapere anche i nomi delle squadre che, secondo indiscrezioni, sarebbero le più colpite da questa situazione negativa, dal punto di vista economico, perché la maggior parte dei ricavi arrivano dalla biglietteria: lo Zalgiris Kaunas, il Fenerbahce, il Maccabi Tel Aviv e il Baskonia.

Boza Maljkovic, presidente del comitato olimpico serbo, intercettato da TV Prva ha voluto parlare della situazione legata all'Eurolega e alla conferma delle stesse squadre per la prossima stagione. Secondo il serbo, infatti, meritava spazio il Partizan Belgrado nella prossima stagione: "A loro detta non regalano nulla, quindi vorrei sapere cosa ha dato al basket europeo lo Zenit San Pietroburgo che non ha dato il Partizan Belgrado. Sono finanziati da Gazprom, solo quello. Dovevano dare, con un gesto da gentiluomini, un posto alle due squadre migliori dell'ultime Eurocup, Partizan e Virtus Bologna".