Il Pana vuole ritirata la licenza di Eurolega; Virtus e Partizan alla finestra

Il club greco è passato ai fatti, chiedendo formalmente di uscire dalla competizione. Bologna e Belgrado seguono, interessate, la vicenda
11.06.2020 21:22 di Paolo Terrasi Twitter:    Vedi letture
Il Pana vuole ritirata la licenza di Eurolega; Virtus e Partizan alla finestra

Dopo le querelle durate anni, ed intensificatesi negli ultimi giorni, il Panathinaikos di Atene ha messo nero su bianco la propria volontà di abbandonare l'Eurolega, con un comunicato firmato dal presidente Papadopoulos

"Come ben sapete, negli ultimi due mesi, il Panathinaikos ha espresso in modo discreto ma chiaro la volontà di risolvere il contratto garantito con Eurolega. Tuttavia, avete chiesto tempo perché una simile decisione avrebbe danneggiato in modo significativo le negoziazioni dell’Eurolega con i suoi sponsor, ancora di più in una situazione così delicata. Non abbiamo inviato un avviso ufficiale ne abbiamo cercato esercitare alcuna pressione, rispettando le circostanze. Tuttavia molto tempo è passato e non abbiamo ancora alcuna risposta la nostra ragionevole legittima richiesta. Di conseguenza, in considerazione il fatto che la presenza il nostro team in Eurolega non si è rivelata vantaggiosa per il club, il Panathinaikos esprime la sua intenzione per iscritto ufficialmente di ritirare la sua licenza per la partecipazione all’evento. Chiediamo formalmente agli organi competenti di Eurolega di prendere le misure necessarie al riguardo."

La palla passa adesso all'ECA e Jordi Bertomeu: verrà accolta pacificamente la richiesta, liberando uno spazio per la prossima edizione di Eurolega, o si intensificherà la battaglia col club greco (e con la FIBA, vista l'intenzione dei verdi greci di approdare in Champions League)? Intanto, Virtus Bologna e Partizan Belgrado seguono alla finestra l'evoluzione della situazione, provando così ad entrare nell'Europa principale. Così il regolamento dell'Eurolega circa il trasferimento di licenza:

Capitolo quattro, articolo 15: soloo i club in possesso di licenza posso concedere la licenza a un altro club, previa la propria azione dell’assemblea generale, che sarà confermato da Eurolega Ventures, purché soddisfi specifici requisiti. In nessun caso un club con licenza che non abbia partecipato per almeno tre stagioni consecutive può effettuare tale trasferimento.
Articolo 17: qualsiasi avvicendamento tra club qualunque sia la motivazione comporterà l’obbligo per il vecchio socio di vendere le sue azioni Erica secondo le procedure, considerazioni e criteri di prezzo istituito dall’assemblea generale