Wizards e Knicks, a voi Londra: stasera l’NBA Global Game 2019

Le voci dalla vigilia delle due squadre che si affronteranno stasera alla o2 Arena.
17.01.2019 15:14 di Ennio Terrasi Borghesan Twitter:    Vedi letture
I Wizards davanti Tower Bridge
I Wizards davanti Tower Bridge

Potrebbe sembrare a prima vista una partita sotto tono, ma non ditelo a loro. Washington Wizards e New York Knicks sono pronte, dopo due giorni di allenamenti e attività extra-campo, a dare vita all’edizione 2019 degli NBA Global Games. “Sapere di avere così tanti tifosi in giro per il mondo ci scalda il cuore” afferma Bradley Beal, stella dei Washington Wizards che per la prima volta giocheranno una partita NBA in Europa “Londra è una città splendida, siamo onorati di essere qui, non tutti hanno questa opportunità: non vediamo l’ora di scendere in campo stasera”.

L’All Star dei Wizards, leader della sua squadra dopo l’infortunio di John Wall, non lesina lodi per Tomas Satoransky, uno dei giocatori più attesi della partita di stasera: “Sta giocando alla grande, è salito di livello con l’infortunio di John. Ogni volta cerco di farlo continuare ad essere aggressivo in campo, perché quando è così siamo una grande squadra”. “Sta giocando molto bene” le lodi per il play ceco di coach Scott BrooksHa fatto tesoro dell’esperienza dell’assenza l’anno scorso di John (Wall, ndr) e quest’anno sta salendo sempre di livello, migliorando continuamente”.

Più esperti a livello di partite europee sono i Knicks, alla loro terza gara di Regular Season nel vecchio continente. “Per noi è una grande opportunità per fare gruppo e crescere” parla da veterano il rookie Kevin Knox, una delle note più liete della stagione di New York “Non ero mai stato a Londra prima d’ora, sarà una grande esperienza per noi giocare davanti a un pubblico caloroso come quello di Londra”. Il prodotto di Kentucky parla anche del tema della vigilia, l’assenza di Enes Kanter dovuta alle tensioni con il governo turco: “Ci manca Enes e ci dispiace tantissimo di non avere lui qui con noi. Daremo tutto stasera per dedicare la vittoria a lui”.

È una decisione che rispettiamo e capiamo perfettamente, saremo felici di ritrovarlo al ritorno” le parole a riguardo di coach David Fizdale, che poi parla ad ampio raggio della stagione dei suoi Knicks: “I ragazzi crescono ogni giorno, migliorando e recuperando da piccoli acciacchi. Non sono mai soddisfatto ma cerchiamo sempre di fare meglio. Porzingis? Gli abbiamo risparmiato il viaggio per non affaticarlo troppo, ma sta lavorando duro e diventando più forte ogni giorno per recuperare dall’infortunio”.