"Pubblico strepitoso, orgoglioso dei ragazzi. La differenza? Due tiri"

Le parole di Ettore Messina e Sergio Rodriguez dopo la sconfitta di Milano contro l'Efes, la terza nella stagione europea.
22.11.2019 00:02 di Ennio Terrasi Borghesan Twitter:    Vedi letture
"Pubblico strepitoso, orgoglioso dei ragazzi. La differenza? Due tiri"

Così Coach Ettore Messina ha commentato la gara con l’Efes, il primo stop casalingo per l'Olimpia Milano in Eurolega: “Devo ringraziare il pubblico, anche stasera ha creato un’atmosfera indescrivibile. Sono orgoglioso della squadra, perché ha giocato fino in fondo contro una formazione che ha fatto la finale di EuroLeague, è sulla strada di giocare un’altra Final Four, ha fisicità e due guardie fortissime, tra le migliori della competizione".

"Stare addosso a loro non è facile, devi muovere la difesa e questo spiega perché i loro lunghi sono andati tanto in lunetta e i nostri quasi mai: avevamo problemi a costruirci dei vantaggi in attacco, perché loro con Micic e Anderson ad esempio ci hanno tolto il gioco in post basso di Micov. Ma alla fine abbiamo perso per una questione di un paio di possessi, due tiri sbagliati da noi e segnati da loro. Abbiamo perso in casa, ma resto orgoglioso dei ragazzi, aspettiamo Gudaitis, e cercheremo di riprenderci questa vittoria su qualche campo esterno”.

Dice la sua anche Sergio Rodriguez, in esclusiva per Basketissimo: "La chiave è stata l'avere avuto meno energia rispetto alla partita di martedì e in generale rispetto a quando giochiamo qui al Forum, ed è normale quando giochi un doppio turno. In campo si sono sfidate due squadre stanche, ha vinto quella che ha messo in campo le decisioni migliori nel finale".

LA CRONACA E LE PAGELLE DI AX ARMANI EXCHANGE MILANO - ANADOLU EFES ISTANBUL