Daye lancia Venezia: sbancata Sassari, risposta immediata e 2-1

Il figlio di Darren segna 22 punti e guida la sua Umana al successo esterno: domenica ci sarà gara 4 sempre in Sardegna
14.06.2019 22:34 di Fabio Cavagnera Twitter:    Vedi letture
Daye lancia Venezia: sbancata Sassari, risposta immediata e 2-1

Austin Daye ha un talento superiore, anche se lo mostra un po’ troppo spesso a sprazzi. Quando è in grande giornata, però, è in grado di risolvere le partite: questa sera lo era e l’Umana Venezia ringrazia. I lagunari passano sul campo del Banco di Sardegna Sassari (73-76), si riportano avanti nella finale scudetto e rispondono immediatamente alla brutta prova di due giorni fa. L’americano chiude con 22 punti e, soprattutto, tutti i canestri decisivi, dopo la rimonta dei sardi da -14 al pareggio. Ma c’è anche una grande difesa da parte degli orogranata e giocate importanti, a turno, di altri giocatori, mentre i padroni di casa vanno molto a sprazzi e non basta il cuore del quarto periodo.

La difesa degli ospiti mette subito in difficoltà l’attacco dei sardi e la Reyer riesce ad andare meglio a rimbalzo, rispetto alle prime due sfide, sempre dominate dalla Dinamo. Dopo un iniziale equilibrio, perché gli orogranata non sfruttano parecchi tiri, è Tonut a dare la prima scossa, portando i suoi alla doppia cifra di vantaggio (17-27) ad inizio secondo periodo. Le triple di Spissu e McGee riportano sotto i padroni di casa, ma non arriva quasi nulla dagli italiani, mentre Daye fa valere tutta la sua classe (24-35 al 17’). Anche se, nel finale, si fa vedere Thomas e riavvicina i sardi all’intervallo lungo. 

La Dinamo parte con maggior forza nella ripresa e torna ad un possesso, però spreca un paio di occasioni per completare la rimonta o sorpassare, così Tonut, Bramos e Stone ne approfittano e piazzano tre triple per aggiornare il massimo vantaggio (41-53 al 27’). I lagunari arrivano anche a +14, in avvio di ultimo quarto, ma si fermano completamente e prendono un parziale di 14-0, travolti dalle giocate di Spissu e Pierre, con Watt fuori per 5 falli. Nel momento più difficile, risale in cattedra Daye: canestro per spezzare l’emorragia e tripla da campione, inframmezzata da Haynes, per il nuovo +7 esterno. Sassari non molla e risponde con la stessa moneta, per pareggiare a 1’ dalla fine, ma il figlio di Darren è strepitoso e piazza un’altra tripla. Poi la girandola di liberi non cambia la storia del match: Venezia sbanca il PalaSerradimigni e si riprende il fattore campo della finale. 2-1 e appuntamento a domenica.

LE PAGELLE DI GARA 3 DELLA FINALE

SASSARI: Spissu 6, Smith 4.5, McGee 5, Carter sv, Devecchi ne, Magro ne, Pierre 6.5, Gentile 6, Thomas 6.5, Polonara 6, Diop ne, Cooley 5.5. All.Pozzecco 5.5

VENEZIA: Haynes 6, Stone 6.5, Bramos 6, Tonut 7, Daye 9, De Nicolao 6, Vidmar 5, Biligha ne, Giuri 6, Mazzola 5.5, Cerella 6, Watt 6. All. De Raffaele 7