Venezia e Brescia a valanga, bene Reggio. Virtus capolista, 'Effe' ok

Vittorie larghe per Reyer e Leonessa, a Reggio la sfida con la Vanoli. Pesaro ancora a zero, Virtus capolista solitaria e Fortitudo ok nel posticipo.
13.10.2019 22:45 di Ennio Terrasi Borghesan Twitter:    Vedi letture
Venezia e Brescia a valanga, bene Reggio. Virtus capolista, 'Effe' ok

Banco di Sardegna Sassari - Pallacanestro Trieste 59-65
OriOra Pistoia - Virtus Roma 67-81

AX Armani Exchange Milano - Happy Casa Brindisi 89-92 - PAGELLE - SALA STAMPA

Umana Reyer Venezia - Acqua San Bernardo Cantù 76-46
Non c’è storia al Taliercio tra Venezia e Cantù, con la squadra di De Raffaele che rompe un digiuno lungo quattro partite. Dopo un primo quarto con Venezia a +14 i brianzoli hanno sì la forza di rientrare a -6, ma Chappell e Filloy ristabiliscono le distanze e il secondo tempo è un assolo dei lagunari, che concedono soltanto 18 punti agli ospiti ritrovando la difesa decisiva nello scudetto lo scorso anno. Ultimo quarto che si segnala solo per le apparizioni dei giovanissimi Casarin e Procida.
Venezia: Tonut e Daye 15, Chappell 13, Filloy 10
Cantù: Collins 11

Germani Brescia - Dolomiti Energia Trentino 92-66
Torna alla vittoria anche Brescia, che con un secondo tempo spaziale infligge il secondo ko consecutivo in campionato a una Trento sparita nella ripresa. L’Aquila era partita molto bene, toccando il +11 nel primo quarto con King e Gentile, prima di subire il sorpasso nel secondo quarto per mano di Abass e Horton. Dal +6 all’intervallo però la partita finisce nel terzo periodo, quando la Germani piazza un tremendo 30-11 che chiude di fatto il match, rendendo gli ultimi 10’ una formalità per due squadre attese ora da impegni già importanti in settimana in Eurocup.
Brescia: Abass e Horton 17, Laquintana 15, Cain 13+8
Trento: Gentile 22, King 16, Kelly 12

Grissin Bon Reggio Emilia - Vanoli Cremona 85-71
Secondo successo consecutivo per una positiva Grissin Bon, che prende il largo nel secondo tempo regalando la prima gioia stagionale al pubblico del PalaBigi. Reggio è pressoché sempre avanti, con Cremona che prova a tenere botta ai tentativi di fuga nel primo tempo con Mathews. Anche qui il momento decisivo è il terzo periodo, con i canestri di Upshaw e dell’ex Johnson-Odom (oltre agli assist di Mekel, ben 14) che chiudono il match, infliggendo il secondo ko in tre partite giocate alla squadra di Sacchetti.
Reggio Emilia: Johnson-Odom 27+10, Upshaw 15, Fontecchio 12, Owens 11
Cremona: Mathews 14, Tiby 13, Saunders 10+7

Carpegna Prosciutto Pesaro - Segafredo Virtus Bologna 79-94
Vittoria per certi versi storica per la Virtus Bologna, che col successo di Pesaro (e il ko di Sassari) è capolista in solitaria per la prima volta dal 2006. Nei marchigiani debuttano Pusica, Eboua e Chapman e nel primo quarto è partita alla pari tra le due squadre, con la Virtus che spezza la partita con un break, ispirato da Teodosic, di 22-2 che di fatto chiude il match. Nella ripresa Pesaro rientra d’orgoglio fino al -14 (dal -26) ma la Virtus controlla agevolmente e si gode primato e imbattibilità.
Pesaro: Barford 18, Drell 16, Chapman 13
VBologna: Gaines 19, Gamble 18, Hunter 14, Weems 13

Pompea Fortitudo Bologna - De’ Longhi Treviso 77-69
Torna alla vittoria anche la Fortitudo Bologna, che nella ripresa rimonta (da -13) una Treviso che si spegne sul più bello e fa gioire un Paladozza pieno come un uovo. Gli ospiti partono fortissimo (10-2) e dopo l’aggancio dei padroni di casa svoltano nel secondo quarto con un buon impatto di Tessitori, Fotu e Cooke, toccando addirittura il +13 prima di chiudere sul +9 il primo tempo. Vantaggio annullato in 3’ di terzo periodo da Bologna, che torna sotto di 10 per impattare nuovamente sul finale di terzo quarto. Fortitudo per la prima volta avanti in apertura di ultimo periodo, Treviso sorpassa ma la ‘F’ scappa via con Robertson e Aradori protagonisti, conquistando un successo prezioso.
FBologna: Robertson 23, Daniel 17, Aradori 13
Treviso: Fotu 18+8, Cooke 13, Logan 11, Nikolic 10