Giannakopoulos fa retromarcia sull'Eurolega e mette in vendita il Pana

Continuano le uscite estemporanee del vulcanico patron greco, che continua la sua guerra a distanza con l'ECA e si prepara a cedere il club ateniese
09.06.2020 18:30 di Paolo Terrasi Twitter:    Vedi letture
Giannakopoulos fa retromarcia sull'Eurolega e mette in vendita il Pana

Avevamo già parlato recentemente dei tumulti del Panathinaikos, che periodicamente si scontra con i vertici di Eurolega. Dimitris Giannakopoulos è tornato all'attacco, anche se ha parzialmente ritrattato la sua posizione; inoltre, ha annunciato l'intenzione di vendere il club. 

"L'Eurolega è una scatola nera. Le squadre non sanno da dove arrivano i soldi e dove vanno i loro. La Eurolega raggiunto il punto zero ed è il solo responsabile e Jordi Bertomeu. Nell’ultima Conference call chi rappresentava il Real Madrid ha detto "non esiste una Eurolega senza Panathinaikos" una cosa davvero bella che andrebbe detta a Bertomeu. Solo il Panathinaikos il Maccabi e l’Olympiakos portano soldi a Eurolega. Noi la manteniamo. La Eurolega trovato un avversario finalmente. La BCL è un’organizzazione che sta crescendo è che è pronto a mettere fine alla Eurolega. Due anni fa mi sono accorto che non erano pronti ma ora lo sono." 

Sul futuro del club Ateniese, si dichiara convinto di lasciare a testa alta. Il prezzo del club è di 25 Milioni di Euro, anche se secondo Giannakoupolos, vale quattro volte tanto.