Serie A Awards, Round 17 | Sims e Teodosic illuminano Basket City

Un’asse play-pivot che racchiude il meglio offerto da Virtus e Fortitudo guida le nomination. Spazio anche per Clark, Abass, Burnell e coach Martino.
06.01.2020 14:00 di Ennio Terrasi Borghesan Twitter:    Vedi letture
Serie A Awards, Round 17 | Sims e Teodosic illuminano Basket City

PG - Milos Teodosic, Virtus Bologna
Riscrive, con 30 punti, il suo massimo stagionale con la maglia delle Vu Nere. In un pomeriggio non esaltante al tiro è ancora una volta decisivo nel finale, blindando il primo posto a fine girone d’andata della sua Virtus.

SG - Jason Clark, Varese
La vittoria della Fortitudo tiene fuori la sua Openjobmetis dalle Final Eight di Coppa Italia, ma sul difficile campo del Palaverde arriva una bella reazione da parte di uno degli uomini più discussi della stagione varesina: i 30 punti (con 9 rimbalzi e 9 falli subiti) saranno la svolta della sua stagione?

SF - Awudu Abass, Brescia
Anima e cuore di una Germani che chiude al 3° posto, e con pieno merito, il girone d’andata. L’impressione è che questa sia la stagione della definitiva maturazione come giocatore di alto livello, soprattutto per il nostro campionato. E ora la sua stagione entra nel vivo con le Top 16 di Eurocup.

PF - Jason Burnell, Cantù
Uno dei grandi protagonisti della prima vittoria di Cantù in casa di Milano dalla stagione 2012/13. La sua doppia-doppia (la prima della stagione) e le sue triple sono cruciali nello spingere la squadra di Cantù a una vittoria che, vista la classifica, può valere mezza salvezza.

C - Henry Sims, Fortitudo Bologna
Di talento e pura leadership prende per mano una Fortitudo un po’ intimorita nel primo tempo e la trascina alle Final Eight di Coppa Italia. 23 punti e 12 rimbalzi che rafforzano la sua candidatura al titolo di miglior centro del campionato.

Coach - Antimo Martino, Fortitudo Bologna
La sua ‘Effe’ è una delle novità delle Final Eight rispetto alla scorsa stagione, e c’è tantissimo del suo lavoro nel successo di stasera e in un girone d’andata da 9 vittorie, che regalano alla Fortitudo il meritato ritorno su un palcoscenico che mancava dal 2006.