Trento vuol continuare a sognare: “Sentiamo di meritare gara 7”

La squadra di Buscaglia è rientrata nella notte e prepara la sfida senza appello di domani sera
14.06.2018 20:21 di Fabio Cavagnera Twitter:   articolo letto 380 volte
Trento vuol continuare a sognare: “Sentiamo di meritare gara 7”

Il colpo di aver perso la quinta sfida sulla sirena, dopo aver cullato il sogno del successo esterno, è stato duro, soprattutto per chi c’era l’anno scorso ed avrà rivisto i fantasmi di Bramos, che risolse gara 5 della finale con la tripla sulla sirena. Ma la Dolomiti Energia Trento non ha alcuna intenzione di mollare, sicuramente i giocatori e nemmeno il pubblico: i biglietti per la sesta sfida tricolore, ultima alla BLM Group Arena, sono stati bruciati in pochi minuti e l’impianto trentino sarà tutto esaurito e molto caldo, per provare a trascinare Forray allo spareggio di domenica sera al Forum.

Dal nostro punto di vista sentiamo di meritarci gara 7 e vogliamo dimostrarlo sul campo giocando una grane partita - le parole della vigilia di coach Maurizio Buscaglia - Per tornare al Forum dobbiamo vincere qui alla BLM Group Arena, e mentre ci rendiamo conto della crescita che abbiamo avuto nelle tre partite esterne, dobbiamo essere pronti a sistemare i piccoli errori”. Come forse un Dominique Sutton andato troppo morbido e convinto di segnare quel lay-up sulla sirena, fermato dalla stoppata di Goudelock: l’americano ha una grande voglia di rivalsa e la vorrà mostrare domani sera. 

Quando giochiamo qui a Trento sappiamo che anche quando le cose andranno male i nostri tifosi saranno sempre pronti a darci una marcia in più - le sue parole - Siamo un gruppo che non va nel panico e che non si fa sopraffare dalle emozioni negative, questa qualità sarà importante per mantenerci sempre pronti a reagire e a giocare la nostra migliore pallacanestro possibile sui due lati del campo”. Con due chiavi per riuscire a vincere la terza sfida interna e mettere nuovamente paura a Milano, rimandando il verdetto ad una gara secca: “Tanta durezza mentale e tanta esecuzione”.