Djordjevic: "Complimenti a loro, bella gara". Brienza: "Buona partita, ma..."

Nella serata di ieri sono scese in campo quattro squadre italiane tra Champions League ed Eurocup, ecco le parole dei coach.
09.01.2020 14:00 di Alessandro Nobile   Vedi letture
Djordjevic: "Complimenti a loro, bella gara". Brienza: "Buona partita, ma..."

Queste sono le parole, raccolte da Sportando, dei quattro coach delle squadre italiane dopo le sconfitte di ieri sera, maturate tra Champions League ed Eurocup.

Nicola Brienza, coach di Trento, è apparso soddisfatto della partita giocata, ma persa, in casa del Darussafaka: "Avevamo preparato un game plan e lo abbiamo rispettato, giocando una buona partita secondo me. Abbiamo staccato la spina nel secondo quarto, poi siamo stati bravia  riaprire le sorti della sfida fino agli ultimi secondi. E' positivo il fatto che siamo rimasti in partita fino alla fine, poi i dettagli hanno fatto la differenza e dato la vittoria a loro. Siamo rammaricati, ma portiamo a casa delle belle sensazioni per il prosieguo della competizione".

Walter De Raffaele, coach della Reyer Venezia, ha commentato la sconfitta dei lagunari sul campo dell'Oldenburg: "Voglio fare i complimenti a loro, hanno meritato questa vittoria. Loro sono stati bravi a mettere in campo tanta energia, questa è stata la principale differenza nella gara. Nel quarto parziale, poi, siamo rientrati bene con la testa nel match e per questo voglio fare i complimenti ai miei ragazzi, non era facile dopo 25 minuti giocati male. Dobbiamo imparare la lezione dopo questa sconfitta, mettere sempre in campo energia e cuore, questo è il nostro dna".

Sasha Djordjevic, coach della Virtus Bologna, ha parlato in conferenza stampa dopo la sconfitta di Belgrado contro il Partizan di Trinchieri: "Complimenti al Partizan, ha giocato molto meglio di noi. Oggi abbiamo capito cosa bisogna fare per essere competitivi in Eurocup, in palazzetti caldi come Belgrado. Prima del match ho voluto sapere in quanti avevano giocato una gara simile in carriera, si sono alzati solo in tre ed è sintomatico. Non possiamo essere felici di questa partita, anche se lo sapevamo che sarebbe stata molto complicata in questo ambiente, adrenalico. Arriviamo da un periodo con tante partite difficili, fa parte del progetto di crescita della squadra".

Il coach di Brindisi Frank Vitucci, in conferenza stampa, ha parlato della sconfitta casalinga contro i francesi del Dijon: "Ci spiace aver perso la prima in casa in questa coppa, loro però si son preparati al meglio per questa gara. Loro hanno tirato con il 62% nel tiro da tre punti ed è una percentuale che fa tutta la differenza del Mondo, abbiamo capito solo nell'ultimo quarto come metterli in difficoltà. Ci hanno sorpreso per il livello di fisicità che hanno messo in campo, questo non è assolutamente una cosa che deve accadere. Può ancora succedere di tutto, il nostro girone è molto equilibrato, dobbiamo giocarci al meglio le chances che abbiamo per entrare nelle migliori quattro".