Hickman: "Armani ha ragione: l'Eurolega si gioca per vincerla"

Stasera il debutto in Eurolega dell'Olimpia contro il Maccabi Tel Aviv, abbiamo parlato con il grande ex
13.10.2016 10:06 di Fabio Cavagnera Twitter:    Vedi letture
Ricky Hickman
Ricky Hickman

Alle ore 20 al Forum di Assago si aprirà il sipario sull’attesissima nuova stagione di Eurolega per l’Olimpia Milano. I biancorossi ospiteranno il Maccabi Tel Aviv nell’inizio del cammino continentale, lungo 30 partite, con l’obiettivo di essere finalmente competitivi anche fuori dai confini nazionali. Già la prima sfida sarà significativa, contro una possibile diretta concorrente per i playoff: l’EA7 ha un dubbio legato alle condizioni di Sanders, ma per il resto il roster è al completo. Abbiamo parlato dell’inizio dell’avventura europea con Ricky Hickman, nuovo playmaker dei campioni d’Italia, trionfatore nel 2014 proprio con la maglia degli israeliani.

Sono quasi due mesi che lavorate assieme: avete giocato e vinto quattro partite e conquistato la Supercoppa. Quali sono le tue impressioni sull’Olimpia?
Abbiamo un roster molto talentuoso, molti giocatori importanti. Ci stiamo conoscendo sempre maggiormente e, quando troveremo la perfetta chimica, saremo un’ottima squadra”.

Oggi inizia l’Eurolega, c’è grande attesa per la nuova formula ed anche per Milano. Dove può arrivare questa squadra?
Non mi piace dire il massimo o il minimo risultato. Dobbiamo solamente migliorare settimana dopo settimana, pensare una partita alla volta ed imparare dalle gare precedenti. La stagione è lunga, ci sono tante partite e tante possibilità, dovremo essere sempre pronti”.

Però il patron Giorgio Armani ha detto di voler vincere questa Eurolega: si tratta solo di un sogno o di una possibilità reale?
Ho la sua stessa visione. Non vado in una squadra per non cercare di raggiungere il massimo risultato. Ogni anno che gioco lo faccio per vincere l’Eurolega, non per arrivare alle Final Four o tra le prime otto. Questo è il mio approccio”.

Hai molta esperienza in questa competizione e l’hai vinta due anni fa: quali sono i fattori fondamentali per giocare una buona stagione?
Bisogna restare sempre uniti, soprattutto nei momenti più difficili. Sarà una stagione lunga, dovremo pensare una partita alla volta e non guardarci indietro, ma pensare sempre alla gara del momento”.

Cosa ne pensi del nuovo format dell’Eurolega, con 30 partite di stagione regolare?
Mi piace moltissimo. Penso sarà entusiasmante per i tifosi, ogni partita sarà molto competitiva e si affronteranno tutte le migliori squadre d’Europa”.

Quali sono le favorite?
Cska ha vinto lo scorso anno, il Fenerbahce è forte. Ma ora è troppo presto per dire le favorite

L’esordio sarà contro il Maccabi, la squadra con cui hai vinto il trofeo nel 2014. Immagino sia una partita speciale per te: quali sono le sensazioni?
Due anni fa, quando ero al Fenerbahce, mi sono infortunato prima della serie di playoff contro il Maccabi ed è stato davvero frustrante vederla da fuori. Sono entusiasta di giocare contro la mia ex squadra, ho passato grandi momenti, ma stasera voglio vincere”.

Quali sono le chiavi per vincere questa sera?
Dovremo essere molto concentrati, pronti sin dalla palla due, lavorando molto bene in difesa ed a rimbalzo. Inoltre, dovremo cercare di contenere la loro transizione”.

Un messaggio ai tifosi biancorossi, per questo cammino europeo
Aiutateci e sosteneteci tutte le partite, perché il tifo è una spinta in più per noi. Insieme potremo disputare una grande stagione”.