Anche Serbia e Spagna a valanga. Cina ok, rimonta Portorico

Le altre sfide della giornata inaugurale: larga vittoria anche dell’Argentina, successi convincenti anche per Polonia e Russia.
31.08.2019 17:00 di Ennio Terrasi Borghesan Twitter:    Vedi letture
Anche Serbia e Spagna a valanga. Cina ok, rimonta Portorico

Non solo Italia: è stata la giornata del debutto Mondiale anche per i gironi A, B e C. Nell’altra sfida del gruppo azzurro, la Serbia ha regolato l’Angola con l’identico divario tra Italia e Filippine: 46 punti, con un Bogdan Bogdanovic stellare da 24 punti in nemmeno 20’ sul parquet.

GIRONE A

Polonia - Venezuela 80-69
Prima vittoria Mondiale in 52 anni per la Polonia, che fa un passo in avanti importante verso la seconda fase col successo sul Venezuela, arrivato con un buon secondo quarto e una grande reazione al recupero della vinotinto in avvio di ripresa. 16 e 9 rimbalzi per Sokolowski guidano cinque polacchi in doppia cifra, mentre in casa Venezuela ci sono 15 punti di Chourio.

Costa d’Avorio - Cina 55-70
Fa un po’ di fatica nel primo tempo a Pechino la Cina padrona di casa, contro la Costa d’Avorio di Paolo Povia che regge il colpo dopo 20’. Alla fine, però, esce la maggiore caratura dei padroni di casa, spinti dall’esperienza di Yi Jianlian (19 punti e 8 rimbalzi) e dall’estro in regia di Guo Ailun (17 e 9 assist).

GIRONE B

Russia - Nigeria 82-77
Importante successo in rimonta nell’ultimo quarto per la Russia, che fa un passo avanti verso la seconda fase imponendosi su una Nigeria che si spegne alla distanza anche per la prova incolore di Diogu, 0 punti. Decisive le prestazioni di Kulagin, 16, e dell’MVP Vorontsevich, 14 punti, mentre agli africani non basta un Okogie da 18 punti.

Argentina - Corea del Sud 95-69
Senza storia la seconda sfida di Wuhan, con l’Argentina che ritrova Facundo Campazzo e domina una Corea del Sud mai in partita: 17 per Laprovittola e 15 con 9 rimbalzi per Luis Scola che festeggia al meglio il suo quinto Mondiale, mentre ai coreani non bastano i 31 punti e 15 rimbalzi di Ra Guna.

GIRONE C

Iran - Portorico 81-83
È del Portorico l’impresa di giornata. Non tanto per la vittoria sull’Iran, quanto per la clamorosa rimonta: sotto di 18 nel primo tempo e di 11 a 2’22” dalla fine, i caraibici chiudono il match con un clamoroso parziale di 16-3, firmando pareggio e sorpasso con due triple di uno scatenato Huertas da 32 punti alla fine. 22 e 16 rimbalzi per l’eterno Haddadi.

Spagna - Tunisia 101-62
Soffre nel primo tempo, prima di dilagare nella ripresa, la Spagna di Sergio Scariolo, che dopo 20’ è avanti di soli 3 punti su una volitiva Tunisia (Mejri 15, Roll 8). A spazzare via le indecisioni è un terzo quarto dilagante da 30-8, e alla fine sono Rubio (17 e 9 assist), Llull (16 con 4 triple) e Juancho Hernangomez (13 con 8 rimbalzi) a siglare il successo iberico.