Mondiali, i primi verdetti: Australia alle Olimpiadi, e nei gironi classificatori...

I boomers approfittano del ko della Nuova Zelanda e sono i primi a staccare il pass olimpico. In Asia e Africa serviranno i gironi eliminatori dal 17° al 32° posto.
05.09.2019 20:00 di Ennio Terrasi Borghesan Twitter:    Vedi letture
Mondiali, i primi verdetti: Australia alle Olimpiadi, e nei gironi classificatori...

È l’altra faccia del Mondiale, al di là della corsa al podio delle prime sedici squadre che inizierà domani con protagonista anche l’Italia: la corsa a Tokyo 2020, direttamente o tramite preolimpico, che già ha emesso alcuni verdetti e presto ne emetterà altri anche tramite i gironi dal 17° al 32° posto.

È all’Olimpiade l’Australia, che con l’eliminazione della Nuova Zelanda per mano della Grecia è ufficialmente la migliore delle due oceaniche e pertanto fa suo il pass olimpico. I boomers sono la seconda squadra in ordine di tempo, dopo i padroni di casa del Giappone, a staccare il biglietto a cinque cerchi. Se quattro squadre -due americane e due europee- usciranno fuori dalle fasi avanzate di questo Mondiale, due posti -le migliori da Asia e Africa- andranno invece assegnati nel corso dei gironi classificatori, che metteranno in palio anche cinque posti per il Preolimpico.

Se la lotta nel continente nero vede una squadra favorita su tutte -la Nigeria, una delle tre su sedici ad avere differenza canestri positiva e pertanto ‘in vantaggio’ già ora nella corsa- altro discorso è invece per l’Asia, perché l’unica ad avere già una vittoria all’attivo, con 0 per le altre rappresentanti continentali in Corea, Iran, Filippine e Giordania. I padroni di casa, però, dovranno vedersela con i lanciatissimi nigeriani: potrebbero quindi rientrare in corsa soprattutto Iran e Filippine, attese da impegni non insormontabili con Angola e Tunisia.

Lotta aperta anche per il discorso preolimpico, dove per acciuffare uno dei cinque posti disponibili via Mondiale occorrerà vincere le due partite della fase classificatoria e migliorare il più possibile la differenza canestri. Qui tutto è davvero aperto, anche perché quattro delle squadre principali in corsa (Turchia, Nuova Zelanda, Germania e Canada) si affronteranno tra di loro nei prossimi giorni, dando quindi margine per rientrare in corsa per le altre.