Il mondiale del no: da Australia a Spagna, chi non ci sarà in Cina

Un piccolo riassunto di chi, al prossimo mondiale cinese, non parteciperà: non sono solo gli americani a fare i conti con le defezioni
27.07.2019 11:00 di Paolo Terrasi Twitter:    Vedi letture
Il mondiale del no: da Australia a Spagna, chi non ci sarà in Cina

Dopo aver parlato dei giocatori di Team USA che non parteciperanno al prossimo mondiale, passiamo in rassegna i giocatori delle altre nazionali che in oriente, tra un mese, non ci saranno.

Compagno di squadra di, e reduce dal massimo salariale come Tobias HarrisBen Simmons non sarà nel roster dei canguri per la prossima stagione. Il numero 25 ex LSU aveva dato la sua disponibilità, rettificata dopo l'impegno al massimo dei Sixers che vogliono il loro All Star concentrato sul migliorare il proprio gioco. Simmons farà comunque parte delle amichevoli della selezione Australiana, ed ha ribadito la sua disponibilità nel progetto Olimpico che culminerà con Tokyo il prossimo anno. 

Piena di defezioni, quasi quanto gli Stati Uniti, la Spagna. Dopo la decisione di Sergio Scariolo di lasciare maggiori vacanze al neo-campione NBA Serge Ibaka, ed i guai fisici di Pau Gasol, si aggiungono ai forfait Sergio Rodriguez e Nikola Mirotic, entrambi al centro di importanti movimenti di mercato (il primo a Milano, il secondo a Barcellona). 

Piena di giocatori NBA il Canada, con ben 17 preconvocati che giocano nel campionato americano. Di questi, i rifiuti sono relativamente pochi: Tristan Thompson ha rinunciato alla convocazione, mentre Andrew Wiggins aveva già comunicato la sua mancanza di disponibilità prima ancora della diramazione dei preconvocati. Non ci sarà neanche il compagno ai T-Wolves di Wiggo, Karl Anthony Towns, escluso eccellente della Repubblica Dominicana insieme ad Al Horford. Nel Brasile, Nene Raul Neto hanno a loro volta rifiutato la convocazione. A Puerto Rico aspettano novità sulla salute di JJ Barea. Senza contare tutte le altre stelle che non ci saranno ai mondiali per aver mancato la qualificazione: Luka Doncic e la SloveniaBojan Bogdanovic e la Croazia, la Lettonia di Kristaps Porzingis e la Bosnia di Jusuf Nurkic.