Leonard, altro colpo di scena: 2+1 anni di contratto anziché 4, perché?

L’ex stella dei Raptors ha firmato un contratto diverso da quanto riportato inizialmente: ecco le motivazioni del nuovo leader dei Clippers
10.07.2019 20:45 di Paolo Terrasi Twitter:    Vedi letture
Leonard, altro colpo di scena: 2+1 anni di contratto anziché 4, perché?

Negli ultimi giorni hanno cominciato a fioccare le ufficialità di tutti gli accordi di questa free agency: tra colpi di scena, come Marcus Morris che cambia idea con gli Spurs, e conferme, arriva un dettaglio molto importante per il futuro di Kawhi Leonard.

Il numero 2 sarà sì un nuovo giocatore dei Clippers, ma non ha fermato un quadriennale, bensì un biennale con opzione sulla terza stagione. Mancanza di fiducia nei Clippers? Si e no. Le motivazioni principali sono di carattere tecnico e di carattere economico. Nel primo caso, Leonard ha adeguato il suo contratto a quello di Paul George, con le stesse modalità (era un quadriennale firmato lo scorso anno), legando quindi il suo destino al numero 13. Nel secondo, Leonard potrà rinegoziare il suo contratto, entrando nel range di anzianità previsto per poter richiedere il 35% del Cap. Fino a quel momento, i Clippers avranno due stagioni (+1) per vincere tutto. Ci riusciranno?

Nel frattempo a Los Angeles è festa grande per l'arrivo dell'MVP delle ultime Finals NBA: "È un momento storico per la nostra franchigia e i nostri tifosi" - ha detto Lawrence Frank, presidente dei Clippers - "Siamo grati e onorati che Kawhi abbia deciso di tornare a casa, scegliendo i Clippers. È un two-way player senza uguali, un lavoratore incredibile e una perfetta aggiunta per la cultura di serietà e professionalità che abbiamo stabilito in questo gruppo. Ha vinto ovunque sia stato, dal liceo King a San Diego State alla NBA. Averlo in squadra è un privilegio enorme e una grande responsabilità, che prenderemo molto seriamente. Le sue aspettative sono identiche alle nostre: competere per il titolo".