Davis allo scadere ferma nuovamente Denver: niente rimonta, 2-0

La tripla dell'ex Pelicans batte la sirena ed i Nuggets, regalando la seconda vittoria per i gialloviola nelle Conference Finals
21.09.2020 09:55 di Paolo Terrasi Twitter:    Vedi letture
Davis allo scadere ferma nuovamente Denver: niente rimonta, 2-0

LOS ANGELES LAKERS-DENVER NUGGETS GARA-2 105-103 (2-0 Lakers) 

Stavolta Denver stava riuscendo a coronare la rimonta che era mancata in Gara 1, ed a due secondi dalla fine, sul +2, pregustava il pareggio nella serie. Ottimo tempismo, quindi, per Anthony Davis, che ha trovato il suo primo buzzer beater in carriera ai playoff contro i Nuggets, sfruttando un errore difensivo degli avversari per la tripla decisiva allo scadere, vincendo così partita e duello personale con Nikola Jokic. I due migliori lunghi della NBA hanno dato battaglia vera: aldilà delle cifre finali, con i 31 punti di AD con 9 rimbalzi, 11/23 al tiro (2/4 da tre) e 7/7 ai liberi ed i 30 punti del serbo con 9 assist, quattro recuperi e 9/20 dal campo, i due sono stati mattatori assoluti del finale, con gli ultimi 5 minuti che hanno visto solo loro a referto, con 10 punti del primo e 12 del secondo, incluso il botta e risposta leggendario dell'ultimo minuto. 

Tra gli "altri", Lebron James disputa un pessimo secondo tempo: dopo aver chiuso la prima frazione con 20 punti e 8/11 al tiro (di cui 3/4 da tre punti) per un comodo +10 all’intervallo, nella ripresa il Re ha segnato solo 6 punti con 2/9 al tiro e 0/4 da tre, commettendo 4 delle sue 6 palle perse di serata a fronte di 4 assist; a lui si aggiungono gli 11 a testa di Green e Caldwell-Pope, unici gialloviola in doppia cifra. Per i Nuggets, non bastano i 25 di Jamal Murray (2/9 da tre) ed i 15 dalla panchina di Michael Porter Jr, all'interno di una gara imprecisa al tiro per entrambe le squadre, che combinano da 3 per un 21/60 complessivo.