Il cuore di Miami non basta: i Lakers dominano anche Gara 2

Nonostante le tante assenze ed il divario, gli Heat danno tutto: non è sufficiente però per fermare Lebron James ed Anthony Davis
03.10.2020 10:35 di Paolo Terrasi Twitter:    Vedi letture
Il cuore di Miami non basta: i Lakers dominano anche Gara 2

Miami Heat - Los Angeles Lakers 114-124 (Lakers 2-0)

Gara 2 segue lo stesso copione di Gara 1, sebbene con un dominio forse meno netto dei Lakers: troppo pesanti le assenze di Bam Adebayo e Goran Dragic, costretti a dare forfait dopo gli infortuni sofferti due giorni fa. Miami insegue per tutta la partita, ma nella ripresa è sempre sotto il peso di uno svantaggio in doppia cifra. E dire che i Lakers non avevano trovato ottime percentuali al tiro dai comprimari: ci pensano quindi le solite stelle. LeBron James gioca una partita di grande intelligenza contro la zona degli Heat, chiudendo ancora vicino alla tripla doppia con 33 punti, 9 rimbalzi e 9 assist segnando 14 dei 25 tiri tentati (3/8 da tre); appena un punto in meno lo segna Anthony Davis, che segna 30 dei suoi 32 punti nei primi tre quarti nei quali domina a piacimento (15/20 al tiro a fine gara) spazzando via tutti a rimbalzo (8 in attacco dei suoi 14 finali). 

Gli Heat dalla loro hanno un Jimmy Butler che  si fa carico di tutte le responsabilità offensive andando vicino alla tripla doppia con 25 punti, 8 rimbalzi e 13 assist in 45 minuti, pur tirando male dal campo (7/17) ma sopperendo dalla lunetta (11/12). Proprio i liberi  (31/34 contro il 10/17 dei gialloviola) e la buona circolazione di palla (29 assist su 36 canestri) sono la chiave della tenuta di gara dei ragazzi di coach Spoelstra, ma non è abbastanza per provare a riaprire la serie, già ad un bivio nella notte tra domenica e lunedì.