Fenomenale Herro: career high per il rookie, Miami vola sul 3-1

La matricola firma 37 punti di cui 17 nel solo ultimo quarto, portando gli Heat ad un successo dalle Finals e Boston vicina all'eliminazione
24.09.2020 09:04 di Paolo Terrasi Twitter:    Vedi letture
Fenomenale Herro: career high per il rookie, Miami vola sul 3-1

BOSTON CELTICS - MIAMI HEAT GARA 4 109-112 (Miami 3-1)

Gara tiratissima tra Celtics ed Heat, con Miami che fa gara di testa per quasi tutta la gara ma senza mai riuscire ad allungare, arrivando ad un ultimo quarto tesissimo ed in totale equilibrio: decisivo, allora, Tyler Herro, che firma 17 dei suoi 37 punti nella frazione finale, regalando agli Heat il 3-1 nella serie che significa il primo match point per le Finali NBA. Per il numero 14 sono  37 punti, 6 rimbalzi e 3 assist con 14/21 al tiro e 5/10 da tre, miglior rookie della storia di Miami ai playoff e secondo Under 21 nella storia a realizzare almeno 37 punti in post season, secondo solo alla leggendaria Gara 7 di Magic Johnson nel 1980. 

Ha una grande competitività umile dentro di lui” ha spiegato coach Erick Spoelstra dopo la vittoria. “Ha fiducia nei suoi mezzi, ma soprattutto una mancanza di paura che è inusuale. Ma è abbastanza umile da mettersi al lavoro, rendendosi allenabile e accettando i consigli dei veterani che abbiamo in squadra. E più andiamo avanti, più guadagna fiducia”. “La capacità di fare canestro di Herro ha fatto semplicemente la differenza stasera” ha commentato invece coach Brad Stevens. “Anche Jimmy è stato grande nel finale, Adebayo ha giocato ai suoi livelli e Dragic ha firmato delle giocate chiave. Ma Herro è stato incredibilmente bravo stasera. Vedeva l'oceano al posto del ferro”. 

La copertina presa da Herro "nasconde" le difficoltà dei suoi compagni, non particolarmente brillanti in attacco (43% dal campo e 27% da tre), e con solo altri tre in doppia cifra (Butler, Adebayo, Dragic, tutti sopra quota 20), con il resto degli Heat autori di soli 9 punti. La gara si è decisa prevalentemente in difesa: solo 8 palle perse per Miami, contro le 19 di Boston, totalmente "frullata" dalla zona di coach Spoelstra. Tra i biancoverdi, chiaroscura la prova di Jayson Tatum, tanto abulico nel primo tempo quanto decisivo nel secondo (28 punti tutti arrivati dopo l'intervallo), Jaylen Brown ne ha messi 21 con 9 rimbalzi e 8/14 al tiro, seguito dai 20 di Kemba Walker. Percentuali peggiori per Gordon Hayward (14 con 7 rimbalzi) e soprattutto per Marcus Smart (3/12 di cui 1/8 da tre), autore di una doppia doppia da 10 punti e 11 assist.