Paul George dalle parole ai fatti: rinnovo con i Clippers

Dopo aver giurato fedeltà alla franchigia di Los Angeles nei giorni scorsi, l'ex Pacers e Thunder ha firmato una estensione mostre da 190 milioni per 4 anni
11.12.2020 20:34 di Paolo Terrasi Twitter:    Vedi letture
Paul George dalle parole ai fatti: rinnovo con i Clippers

Le parole di Paul George durante il media day dei Clippers avevano suscitato scalpore (per le critiche aperte ed a volte non fondate di Doc Rivers) ed anche qualche alzata di gomito, visto che il numero 13 aveva dichiarato di voler chiudere la carriera a Los Angeles sponda bianca. Tuttavia, il californiano ha subito dimostrato con i fatti il suo impegno con la franchigia, senza perdere troppo tempo.

PG13 ha infatti esteso il suo contratto con la franchigia di L.A. al massimo salariale, aggiungendo 190 milioni di dollari in quattro anni al suo accordo da 35.4 per la stagione 2020-21. George potrà arrivare così a guadagnare fino a 226 milioni nei prossimi cinque anni, ma si mantiene comunque la possibilità di uscire dal contratto con una player option per la stagione 2024-25.

Per George ("devo un titolo ai Clippers", ha dichiarato) si tratta probabilmente dell'ultimo grande contratto della carriera, e si mette al sicuro economicamente per un bel po', considerati i suoi infortuni ed i suoi problemi nei playoff, mentre per la franchigia di Steve Ballmer si tratta di assicurarsi a lungo termine almeno una delle sue due stelle. Sia George che Kawhi Leonard, infatti, potevano uscire dal contratto al termine della stagione in procinto di cominciare, lasciando la squadra di Tyron Lue senza stelle presenti e con una penuria di asset futuri, viste le tante scelte scambiate per George stesso.  La possibilità rimane aperta per Leonard stesso, ma assicurandosi George per un lungo periodo, i Clippers tirano un sospiro di sollievo e sanno di avere almeno una pietra angolare su cui programmare il loro futuro, con o senza Kawhi.