Tatum e Mitchell, che estensioni! Bogdanovic Atlanta, ci siamo! Gasol...

Le ultime notizie del mercato NBA
24.11.2020 14:54 di Paolo Terrasi Twitter:    Vedi letture
Tatum e Mitchell, che estensioni! Bogdanovic Atlanta, ci siamo! Gasol...

I grandi nomi della scorsa giornata di Free Agency sono Jayson Tatum e Donovan Mitchell: entrambi hanno firmato l'estensione salariale, abbandonando i loro contratti da rookie e firmando il massimo contrattuale, legandosi rispettivamente a Boston e Utah per i prossimi cinque anni per poco meno di 200 milioni di dollari. In entrambi i casi, l'ultimo anno dovrebbe essere una player Option. I due seguono quindi De'Aaron Fox come propsetti della classe del 2017 a firmare dei contratti al massimo salariale. 

Continuano le manovre in casa Lakers: dopo Harrell e Schroder, i gialloviola mettono le mani su Marc Gasol. Per far spazio all'ex campione NBA nel 2020, i californiani hanno ceduto Javale McGee (ed una futura seconda scelta) a Cleveland (che rifirma Dellavedova al minimo), in cambio di Alfonzo McKinnie e Jordan Bell (il secondo verrà tagliato). I gialloviola completano il reparto lunghi con la permanenza di Markieff Morris, mentre i Raptors rimpiazzeranno Gasol con Aron Baynes, che ha firmato un biennale da 14 milioni; 13 milioni e mezzo per Boucher, altra conferma per i canadesi, che firmano anche gli ex Atlanta Bembry LenPhoenix si consola della perdita dell'Australiano con l'ex Golden State Damian Jones, l'ex Detroit Langston Galloway ( i Pistons lo sostituiscono con Zhaire Smith, ottenuto dai Sixers in cambio di Tony Bradley) e la conferma triennale, a 27 milioni, di Dario Saric

Atlanta completa il suo mercato brillante con l'offerta formalizzata per Bogdan Bogdanovic. Già anticipata da Sportando, gli Hawks hanno offerto un quadriennale da 72 milioni al serbo, inserendo diverse clausole per scoraggiare l'eventuale rilancio dei Sacramento Kings, che pareggiando l'offerta terrebbero la guardia europea. Il futuro di Bogdanovic sarà quindi o a Sacramento oppure in Georgia. Certo di giocare con Gallinari, invece, Solomon Hill

New York continua, in controtendenza agli anni passati, a non fare mosse roboanti o contestate: I Knicks ottengono da Minnesota Omari SpellmanJacob Evans ed una futura seconda scelta, in cambio di Ed Davis, liberano Dotson, che si accasa ai Cavs, oltre a firmare per tre anni Austin Rivers, da Houston. I Rockets, in attesa di capire il futuro di Westbrook ed Harden, continuano comunque a fare un mercato conservativo, senza smantellare, firmando Demarcus Cousins (già cercato prima dei playoff) e Sterling Brown, fresco di visita papale, che saluta così i Milwaukee Bucks. In Wisconsin arrivano Bryn Forbes da San Antonio Torrey Craig da DenverDallas rinnova Cauley-Stein; Golden State ri-accoglie Kent Bazemore (che debuttò con i Warriors in NBA otto anni fa); Harry Giles si accorda con i Portland Trail Blazers; Memphis mette nero su bianco la conferma di Melton e Jontay Porter; OKC scambia Lecque ad Indiana, in cambio di TJ Leaf e, stranamente, una scelta al draft, mentre l'ex thunder e neo Pelican Steven Adams firma un estensione di altri due anni.