Lakers e Bucks, rivincite d'autorità; Rockets e Pacers volano sul 2-0

I risultati della notte NBA: le due teste di serie numero uno vendicano le sconfitte di Gara 1, mentre Houston ed Indiana bissano senza problemi
21.08.2020 09:50 di Paolo Terrasi Twitter:    Vedi letture
Lakers e Bucks, rivincite d'autorità; Rockets e Pacers volano sul 2-0

MIAMI HEAT-INDIANA PACERS 109-100 (Miami conduce 2-0)
Secondo successo consecutivo per gli Heat che superano i Pacers grazie soprattutto al tiro da tre punti: serata da 51% per Miami dalla lunga distanza (18/35 complessivo), in particolare in un secondo tempo in cui la squadra della Florida è rimasta a lungo in vantaggio in doppia cifra. Sono 24 punti per Duncan Robinson con 7/8 da 3 punti, seguito dai 20 di Goran Dragic ed i 18 di Jimmy Butler; si ferma a 22 Victor Oladipo per i Pacers. 

HOUSTON ROCKETS-OKLAHOMA CITY THUNDER 111-98 (Houston conduce la serie 2-0)
Due a zero nella serie anche per i Rockets, che in Gara 2 appaiono un po' meno brillanti in attacco (nonostante il nuovo record ai playoff per triple tentate, 56), ma sono tenacissimi e focalizzati in difesa, annullando le velleità dei Thunder di pareggiare la serie. James Harden chiude con 21 punti e 9 assist in una serata da 5/16 dal campo, facendosi notare di più nella sua metà campo, mentre per OKC ci sono 31 punti per Shai Gilgeous-Alexander e 14 con 6 assist per Chris Paul

MILWAUKEE BUCKS-ORLANDO MAGIC 111-96 (Serie in parità 1-1)
Anche per i Bucks, la protagonista è la difesa: Giannis Antetokounmpo (28 punti, 20 rimbalzi e 5 assist) e soci tengono Orlando a 13 punti nel primo periodo e poi sotto il 35% dal campo (con 7/33 dalla lunga distanza) sui 48 minuti. Nei quarti centrali Milwaukee accellera anche in attacco, ma preoccupa l’ennesima gara no di Khris Middleton, che chiude con 1/8 al tiro. Lotta come un leone Nikola Vucevic, che chiude come migliore di Orlando con 32 punti e 10 rimbalzi. 

LOS ANGELES LAKERS-PORTLAND TRAIL BLAZERS 111-88 (Serie in parità 1-1)
Riscatto anche per i Lakers in Gara 2, che fin da subito mettono in campo un atteggiamento che non lascia dubbi. All’intervallo è già 56-39 per i gialloviola (+17), grazie a una difesa che tiene i Blazers al 35% nella prima metà di gara: il terzo quarto allarga ancora di più il passivo, con il quarto quarto che vede gli allenatori svuotare le panchine. Anthony Davis risponde alle critiche con una prestazione maiuscola da 31 punti, 13/21 al tiro (con 3/4 da tre punti) e anche 11 rimbalzi: con questi numeri, Lebron James si "riposa", chiudendo con 11 tiri e 10 punti, 7 assist e 6 rimbalzi. Spavento (poi rientrato) per Damian Lillard, che chiude con 18 punti ed 1/7 da tre punti una gara che lo vede lasciare il campo in anticipo per un dito slogato.