L'Olimpia controlla il Khimki 84-74: successo numero 17

25.02.2021 22:27 di Paolo Terrasi Twitter:    Vedi letture
L'Olimpia controlla il Khimki 84-74: successo numero 17

L’Olimpia porta a termine il lavoro battendo il Khimki una partita controllata abbastanza presto, con vantaggi che hanno toccato i venti punti nel terzo quarto, ma poi ha perso un po’il ritmo e permesso all’avversario di farsi vagamente pericoloso, salvo chiudere i conti comunque 84-74 dopo un secondo tempo da 28 punti dopo i 56 del primo. L’Olimpia ha tirato con il 44% da tre, ha dominato a rimbalzo 39-28 e distribuito 22 assist. E’ stata la 17° vittoria della stagione in EuroLeague che equivale a nuovo record di società per maggior numero di gare vinte nella competizione.

IL PRIMO QUARTO – Il Khimki appoggia subito il gioco sul suo centro Jordan Mickey, che segna dei primi otto punti della squadra. L’Olimpia impiega qualche possesso per diventare efficace in difesa, mentre in attacco sfrutta sia il gioco perimetrale (Gigi Datome mette subito due triple) che quello interno di Kaleb Tarczewski. Un gioco da tre di Shields determina il primo allungo deciso sul 19-11. Il Khimki continua a trovare buone soluzioni offensivi con Mickey (12 nel primo quarto) mentre Milano perde un paio di palloni che generano canestri avversari facili. Così alla fine di un primo periodo in cui le difese hanno scarso successo, l’Olimpia guida 29-26.

IL SECONDO QUARTO – L’Olimpia perde un po’ di precisione in attacco, sbaglia anche due tiri liberi, così il Khimki torna in parità con la seconda tripla del bomber Monia. Milano risponde subito con una tripla di Rodriguez, un jumper dalla media di Datome e la terza schiacciata di Tarczewski per il 36-29 che obbliga Coach Maltsev al time-out. Sulla terza tripla di Datome il vantaggio tocca per la prima volta la doppia cifra. Il Khimki però trova ancora un paio di buone repliche. Succede ancora su una bomba in transizione di Delaney e una frontale di Moraschini. Qui prende ritmo Bertans con due triple di fila, ma l’ultima la mette Shields allo scadere e vale il 56-43 Olimpia.

IL TERZO QUARTO – Il nono rimbalzo di Kyle Hines è sotto il tabellone offensivo, viene convertito in uno schiacciata, e genera i venti punti di vantaggio per l’Olimpia, quando fa il suo esordio anche Jeremy Evans, impiegato da ala forte accanto allo stesso Hines. Il Khimki prova a restare incollato alla partita con Mickey e McCollum. E’ lui con le sue penetrazioni al ferro a ricucire il divario a 12 punti quando, contro la difesa a zona, l’Olimpia smarrisce un po’ di precisione al tiro da fuori. L’ultimo canestro è di Rodriguez da sotto e vale il 70-56 alla fine del periodo.

IL QUARTO QUARTO – L’Olimpia riparte con qualche buon possesso difensivo, poi Rodriguez centra la tripla del nuovo più 17. Con la difesa a zona, il Khimki riesce ad abbassare il ritmo e il punteggio, approfittando anche della giornata storta di qualche tiratore biancorosso. Una palla rubata da Voronov riporta il Khimki a meno con quattro minuti da giocare. Qui Kyle Hines con una schiacciata e un canestro di destrezza segna due volte allentando la pressione anche se in modo non risolutivo. Un gioco da tre di Bertans riduce il divario a meno otto. Su un pick and roll centrale Rodriguez manda a schiacciare Tarczewski per il più 10 a 1:41 dalla fine. Qui l’Olimpia difende bene per un paio diulteriori possessi e chiude la partita.

NOTE – Vlado Micov ha giocato la partita numero 100 in EuroLeague con la maglia dell’Olimpia. E’ il secondo di sempre per presenze in campo dietro Kaleb Tarczewski che ha raggiunto la soglia delle 100 gare in questa stagione. Malcolm Delaney, che ha segnato almeno una tripla in 20 delle ultime 21 partite, ha raggiunto i 500 assist in carriera. E’ il 35° giocatore a riuscirci. Shavon Shields ha adesso una striscia di 15 gare consecutive con almeno un canestro da tre punti.