Il riscatto di Lillard, Pelicans e Kings eliminate dalla corsa playoff

I risultati della notte NBA: Portland si rialza, con i 51 di Lillard; primi verdetti anche ad Ovest nella corsa alla post season
10.08.2020 10:29 di Paolo Terrasi Twitter:    Vedi letture
Il riscatto di Lillard, Pelicans e Kings eliminate dalla corsa playoff

PORTLAND TRAIL BLAZERS-PHILADELPHIA 76ERS 124-121
Adesso è ufficiale: sabato sera alle 20:30 (ora italiana) avremo il primo spareggio per l'ottavo posto playoff ad ovest. Chi lo giocherà è tutto da definire, ma dopo il passo falso nel finale contro i Clippers, i Blazers si rialzano prendendosi una vittoria fondamentale, che li riporta a mezza gara di distanza da Memphis. Un successo arrivato dopo aver quasi sprecato 17 punti di vantaggio, ma tenuto stretto grazie a due liberi di Nurkic a 10.2 secondi dalla fine. Prima di lui, la copertina era tutta per Damian Lillard, che reagisce alle critiche di Paul George Pat Beverley mettendo 51 punti a referto. "Ieri abbiamo perso una partita che dovevamo vincere e io sono uno dei motivi più grandi per cui è successo. Perciò stasera mi sono detto: ‘Non permetterò che accada di nuovo’” ha detto dopo la gara. Per i Sixers, invece, piove sul bagnato: i 34 punti di Richardson non bastano, in virtù anche dell'infortunio, alla caviglia sinistra, occorso a Joel Embiid, uscito nel primo quarto ed ancora in attesa di sapere l'entità. 

OKLAHOMA CITY THUNDER-WASHINGTON WIZARDS 121-100
Tutto facile per i Thunder contro i derelitti Wizards: sempre in controllo, partita mai in dubbio, spiccano i 23 di Darius Bazley ed il miglior Danilo Gallinari della bolla: soltanto 8 tiri presi in tutta la partita (6 realizzati, di cui tre dall'arco) e 20 punti alla sirena finale, con un plus/minus che ne simbolizza il suo grande impatto sulla gara (+17).

SAN ANTONIO SPURS-NEW ORLEANS PELICANS 122-113
Derby "italiano" che va a Marco Belinelli, decisivo nel finale per aiutare a resistere alla tardiva rimonta dei Pelicans (14 punti in 21 minuti la sua partita), mentre l'MVP è DeMar DeRozan, che realizza 14 dei suoi 27 punti nel quarto quarto, al termine di una gara con ottime percentuali. NOLA porta poco a referto, aldilà dei 31 punti di JJ Redick ed i 25 di Zion Williamson, con il nostro Nicolò Melli che gioca solo il primo quarto, con poco impatto. Pelicans fuori dai playoff. 

TORONTO RAPTORS-MEMPHIS GRIZZLIES 108-99
Occasione persa per Memphis, che poteva blindare l'ottavo posto con una vittoria: i Grizzlies partono anche bene, per poi venire spazzati via nei quarti centrali dai campioni in carica. Tuttavia, Grayson Allen guida il colpo di reni della squadra del Tennessee, arrivando fino al -4 prima di arrendersi nel finale. Tra i canadesi spiccano i 26 di Pascal Siakam e la doppia doppia di Serge Ibaka

BOSTON CELTICS-ORLANDO MAGIC 122-119 OT 
Successo al supplementare per i Boston Celtics, che conquistano la loro terza vittoria consecutiva grazie alle prodezze di Gordon HaywardJayson Tatum. Il secondo è autore di 29 punti tra cui il canestro del pareggio a 4.2 secondi dalla fine dei regolamentari, seguito dai 19 con 12 rimbalzi di Jaylen Brown. MVP però è Gordon Hayward, autore di 31 punti, 9 rimbalzi e 5 assist con 12/18 al tiro. 

SACRAMENTO KINGS-HOUSTON ROCKETS 112-129
I Rockets archiviano la pratica Kings anche senza Russell Westbrook. A mandare in vacanza i giocatori di Sacramento ci pensa un Austin Rivers da 41 punti in uscita dalla panchina, con 14/20 al tiro con 6/11 dalla lunga distanza. Quinta sconfitta in sei gare nella bolla per Sacramento, matematicamente eliminata dalla corsa ai playoff dopo il successo di Portland su Philadelphia. 

L.A. CLIPPERS-BROOKLYN NETS 120-129
Dopo aver battuto già battuto i Bucks, i Nets si prendono un altro scalpo eccellente come quello dei Clippers, seppur in versione rimaneggiata senza Paul George, Patrick Beverley e Montrezl Harrell. Sempre in forma Caris LeVert con 27 punti, mentre non bastano i 39 punti di Kawhi Leonard