Euroleague celebra Sergio Rodriguez e l’arte del passaggio alley-oop

L’omaggio di Euroleague.net al talento biancorosso nativo delle Canarie.
22.05.2020 10:00 di Ennio Terrasi Borghesan Twitter:    Vedi letture
Fonte: Olimpia Milano
Euroleague celebra Sergio Rodriguez e l’arte del passaggio alley-oop

La versione originale di questo articolo è apparso sul sito www.euroleague.net

Sergio Rodriguez passerà alla storia come uno dei migliori registi di sempre in EuroLeague. MVP di EuroLeague nella stagione 2014/15, il Chacho è l’unico giocatore spagnolo che abbia mai vinto il titolo continentale con due squadre diverse; lo ha fatto con il Real Madrid nel 2015 e con il CSKA Mosca nel 2019. Da quando ha fatto il suo debutto in EuroLeague da adolescente con l’Estudiantes Madrid nel 2004, Rodriguez ha sempre affascinato i tifosi con il suo stile di gioco spettacolare. È tiratore affidabile, ma ciò che ha reso Rodriguez famoso in tutto il mondo è la sua capacità di passare la palla e accumulare assist in modo spettacolare. Rodriguez continua a farlo ora con la maglia dell’Olimpia Milano, guidando l’attacco e stupendo le folle con i suoi passaggi no-look e, naturalmente, gli alley-oop.

Nel corso degli anni, Rodriguez ha perfezionato l’arte del passaggio alley-oop, trovando nuovi modi sorprendenti per eseguirli. Per fare ciò, ovviamente, ha sempre avuto bisogno di lunghi efficaci nell’esecuzione del pick and roll oppure di ali volanti che attaccano il ferro dal lato debole. Il suo partner di alley-oop più famoso è stato Rudy Fernandez; i due hanno giocato insieme al Real, a Portland nella NBA e nella nazionale spagnola. Potrebbero eseguire una combinazione alley-oop senza guardarsi. Più di recente, Rodriguez ha trovato un nuovo partner di alley-oop eccezionale in Kaleb Tarczewski. Rodriguez può alimentare Tarczewski da diverse angolazioni, o dalla punta della lunetta, sfruttando la taglia, il tempismo e lo stacco da terra prodigioso di Tarczewski. Attirare l’attenzione della difesa e quindi generare spazio per il suo compagno di squadra per ricevere la palla è decisiva. Un alley-oop non consiste solo nell’alzare la palla per un compagno, c’è tanta attenzione ai dettagli dietro un passaggio lob.

Eseguire assist spettacolari non significa necessariamente accumulare palle perse. Infatti, Rodriguez ha fornito 2.33 assist per palla persa nel corso della sua carriera. Solo due giocatori con più di 1.000 assist nella storia di EuroLeague – Sergio Llull e Nick Calathes – hanno fatto meglio. Inoltre, si trova al quarto posto nella classifica di tutti i tempi con 1.244 assist ed è a 12 assist di distanza dal terzo posto di Dimitris Diamantidis. Certo, le cose sarebbero più difficili per Rodriguez se non fosse anche un grande realizzatore. Le difese devono scegliere tra lasciarlo tirare o raddoppiarlo e questo è il momento in cui Rodriguez trova lo spazio per servire i suoi compagni di squadra. Nessun altro giocatore con almeno 1.000 tentativi ha una migliore percentuale nel tiro da tre punti (40.2%) e Rodriguez è anche micidiale dalla linea di tiro libero, con l’85.7% in carriera. Creatività, capacità di leggere le difesa e di coinvolgere i compagni sono le armi che hanno permesso a Rodriguez di diventare una superstar indiscutibile di EuroLeague.