Toronto mette le tenaglie ai Lakers, Indiana rimonta con super Warren

I risultati della notte NBA: i campioni in carica fermano i gialloviola, i Pacers superano i Sixers con i 53 dell'ex Suns
02.08.2020 10:14 di Paolo Terrasi Twitter:    Vedi letture
Toronto mette le tenaglie ai Lakers, Indiana rimonta con super Warren

DENVER NUGGETS-MIAMI HEAT 105-125
Jimmy Butler
e Bam Adebayo trascinano Miami (migliori marcatori dell'incontro con 22 punti a testa), con Denver che patisce l'assenza di Jamal Murray ed ha poco a cui aggrapparsi oltre ai 19 punti di Nikola Jokic, in una gara che finisce "presto". Caso curioso quello riguardante Butler: l'ex Bulls, come preannunciato, ha provato ad andare in campo con una maglia senza nome, venendo però fermato dagli arbitri. 

OKLAHOMA CITY THUNDER-UTAH JAZZ 110-94
I Thunder approfittano della fatica dei Jazz (8/31 da tre punti), e marchiano il loro debutto ufficiale nella bolla con una vittoria convincente. Ottima prestazione per Danilo Gallinari, che gioca un primo quarto stellare da 11 punti per poi chiudere a quota 15. Sono 18 invece i punti, con 7 assist e 7 rimbalzi, per un Chris Paul sempre in controllo del match.

L.A. CLIPPERS-NEW ORLEANS PELICANS 126-103
La fatica frega anche i Pelicans, che incassano la seconda sconfitta consecutiva in un match senza storia contro i Clippers. I californiani fanno piovere Triple, con 25 totali (record di franchigia) di cui 16/24 già all'intervallo, chiuso con il +27 e 77 punti segnati. Meglio dei 24 punti di Kawhi Leonard ci sono stati solo i 28 di un incandescente Paul George, che dopo le sei triple contro i Lakers all’esordio ne ha firmate altre 8 su 11 tentativi. 8 punti per Niccolò Melli, 7 per uno Zion Williamson tenuto a minutaggio ridotto per una sospetta distorsione. 

INDIANA PACERS-PHILADELPHIA 76ERS 127-121
Volano al quinto posto i Pacers, prendendosi il vantaggio negli scontri diretti con i Sixers grazie alla vittoria in rimonta arrivata nella notte. Victor Oladipo è sceso in campo con buoni risultati, ma i riflettori sono tutti per TJ Warren: serata pazzesca la sua con 53 punti (ovviamente massimo in carriera) frutto di un clamoroso 20/29 al tiro (69%) di cui 9/12 dalla lunga distanza e soli 4 liberi a segno. Tutto da rifare per i Sixers, che, nonostante i 41+21 rimbalzi di Joel Embiid, sprecano i 10 punti di vantaggio nel finale.

TORONTO RAPTORS-LOS ANGELES LAKERS 107-92 
"C’è un motivo se i Raptors sono campioni in carica: non è stato tutto merito di Kawhi”. Così Lebron James nel post partita ha riconosciuto i giusti meriti dei canadesi, che con una difesa asfissiante hanno strappato la vittoria contro i Lakers, con un parziale di 21-5 nel finale. MVP della gara Kyle Lowry, autore di 33 punti (8/16 dal campo, 5/9 da tre e 12/15 ai liberi) a cui ha aggiunto anche il massimo in carriera con 14 rimbalzi, accompagnato dai 23 di OG Anunoby, seguiti dai 15+9 di Siakam. LeBron James ha chiuso con 20 punti, 10 rimbalzi e 5 assist, ma Anthony Davis è stato poco coinvolto (14 punti con 2/7 al tiro): nonostante due All NBA, continua la maledizione Raptors per i gialloviola, che non battono i canadesi da oltre sei anni.