Storie dalla Bolla: Zion esce, Beasley positivo, la linea anonima

Notizie e curiosità dal Walt Disney Resort di Orlando, in attesa che ricominci la stagione NBA, più notizie sui nuovi positivi al COVID-19
17.07.2020 17:28 di Paolo Terrasi Twitter:    Vedi letture
Storie dalla Bolla: Zion esce, Beasley positivo, la linea anonima

Duro colpo per le ambizioni di rimonta dei PelicansZion Williamson è infatti uscito dalla bolla, per non specificati motivi familiari. A darne notizia sono gli stessi Pelicans: “L’intenzione di Williamson è quella di tornare a unirsi alla squadra in Florida in futuro”, senza ovviamente specificare quando, ma soltanto una volta risolti i problemi familiari. “Abbiamo mostrato il massimo supporto a Zion rispetto alla decisione di lasciare il campus di Orlando e di essere vicino alla sua famiglia”. Il rischio che la stagione del rookie sia già finita è alto, visto che una volta tornato ad Orlando dovrà nuovamente sottoporsi ai test ed ad un periodo di quarantena senza potersi allenare: a meno di rientri lampo, il rischio che torni in campo a qualificazione ai playoff già compromessa è alto.

Chi invece non è arrivato ancora ad Orlando è Eric Bledsoe, che ha dichiarato di essere positivo al Covid-19: “Sono asintomatico e sto bene. Non appena potrò rispettare le regole imposte dal protocollo NBA, non vedo l’ora di unirmi alla squadra a Orlando" le parole del play titolare dei Bucks, che rischia di saltare le prime partite. Positivo (ma già dentro la Bolla) anche Michael Beasley, che neanche due giorni dopo il suo ritorno in NBA con la chiamata dei Nets ha ricevuto il tampone che non voleva. Gran sfortuna per l'ex Lakers, la cui esperienza con Brooklyn rischia di essere finita prima ancora di cominciare, e vera e propria maledizione per i Nets, che continuano a "collezionare" defezioni. 

Per salvaguardare l'integrità della bolla, la NBA ha messo in piedi una linea telefonica anonima a cui gli stessi giocatori e gli addetti ai lavori possono rivolgersi per segnalare chi non sta seguendo il protocollo o evita di utilizzare i dispositivi di sicurezza messi in piedi per evitare la diffusione del Covid-19. Una notizia che ha fatto rumore su internet, ed ha anche raccolto l'ironia dei diretti interessati, come Doc Rivers che, scherzando, ha dichiarato di aver fatto la "spia" su Lebron per avvantaggiare i suoi Clippers. Finora è stato pizzicato direttamente dalla snitch hotline Dwight Howard, reo di andare in giro senza mascherina, come lui stesso ha dichiarato.